In che modo l'invidia ti demotiva dal diventare ciò che vuoi essere

Heather condivide i suggerimenti sullo stile di vita di tutti i giorni su Lifehack. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Ti capita mai di cadere nel wormhole che è lo stalking di Instagram? Sai di cosa sto parlando: vedi una foto (forse qualcuno che conosci, forse qualcosa sulla pagina popolare) e la tocchi. Prima che tu te ne accorga, hai perseguitato questa persona per ore, cercando di capire meglio la sua vita. Hanno un corpo fantastico, una dolce metà significativa. Scattano foto davanti a paesaggi meravigliosi (forse perché viaggiano molto) e si fanno selfie da uffici d'angolo glamour.

Quella che era iniziata come una divertente abbuffata fotografica che uccide il tempo si trasforma in una triste ora che uccide l'ego o giù di lì che finisce con il risentimento del tuo corpo, il tuo lavoro tutt'altro che affascinante e forse anche il tuo stato di relazione single. Come ci sei arrivato? Non stavi solo passando una giornata perfettamente felice? Una vocina nella tua testa ti dice che quelle persone pubblicano solo gli aspetti carini della loro vita, ma lasciano fuori tutti i giorni brutti e i momenti imbarazzanti. Ma la voce più alta ti dice che non sei all'altezza di questa persona nel tuo telefono.

Invidia: il demone e l'angelo

Invidia. Lo conosciamo come uno dei 7 peccati capitali, ma cos'è veramente? La gelosia di per sé è un'emozione pungente che ci fa provare amarezza e persino odio nei confronti di una persona (che la conosciamo o meno). L'invidia ha a che fare con il sentirsi infelici per la felicità di qualcun altro. Che si tratti di successo professionale o personale, quando vedi i loro risultati, inizi immediatamente a confrontarli con i tuoi.

È interessante notare che l'invidia ci ha aiutato a evolverci come specie. Riguarda la concorrenza e il confronto sociale che ci costringe ad autovalutarci. In uno scenario sano, vedremmo il successo di qualcuno e troveremmo la motivazione per abbinare i suoi risultati. Ma quando si tratta di invidia, vogliamo invece ciò che quella persona ha e lo desideriamo così tanto che ci sentiamo infelici e persino arrabbiati per questo. [1]

Anche se non pensi di essere colpevole dell'invidia dei social media che ho menzionato prima, c'è un'alta probabilità che tu abbia ancora invidiato qualcuno di recente. Forse ti sei trovato invidioso del collega che ha ottenuto un aumento? Forse ti sei fatto beffe dell'annuncio, sapendo che si rilassano per la maggior parte della giornata. O forse hai invidiato il successo di perdita di peso della tua amica, anche se ha lavorato duramente per mesi e non sei stato in palestra da un anno. A volte sentiamo di avere il diritto di essere gelosi o arrabbiati, ma altre volte non possiamo giustificare esattamente i nostri sentimenti.

Come l'invidia ti sta lentamente uccidendo

Quindi siamo tutti colpevoli di invidiare gli altri. Bene. Ma ecco il punto: quando permetti a quella sensazione di permeare tutti i tuoi pensieri o emozioni verso quell'individuo o te stesso, perdi di vista la tua realtà. Vedi, quando puoi concentrarti solo su ciò che le altre persone stanno facendo sulla loro erba più verde, non ti rendi conto che la tua sembra più scura solo perché ti trovi sotto una nuvola di pioggia. [2]

Hai solo una vita, la tua. E se lo sprechi confrontandoti con altre persone e provando invidia per tutte le cose che hanno e che desideri, non avrai spazio per la motivazione perché sarai così consumato da tutta quella negatività.

Come impedire all'invidia di toglierti la vita

Non devi provare invidia a un livello così negativo. Ci sono modi per vedere le cose che le persone stanno facendo e vederle come una motivazione piuttosto che come un assassino.

Innanzitutto, prenditi un momento per capire come reagisci.

Quando vedi un amico intimo realizzare qualcosa di eccezionale, rabbrividisci perché sei invidioso o festeggi le sue vittorie? In alternativa, se accade qualcosa di brutto, come una perdita del lavoro o un test fallito, ti compari con loro o festeggi che la tua vita è migliore della loro?

Elimina il tuo Facebook.

Va ​​bene, va bene. Non è necessario eliminarlo. Ma dovresti limitare il tuo tempo con esso ed essere iper-consapevole di come lo usi. Se è un assassino del tempo mentre sei in fila da Starbucks o un modo per condividere le foto con quella zia lontana che sente che voi due siete più vicini di te ... allora bene! Ma se trascorri una quantità eccessiva di tempo sul sito invidiando un nuovo lavoro o un bambino o un ragazzo ai tuoi conoscenti ... allora potresti dover fare un passo indietro.

Ricorda che sei impressionabile (mi dispiace, ma lo sei).

Se trascorri la maggior parte del tuo tempo con persone che apprezzano gli elementi materialistici e lo status sociale, non passerà molto tempo prima che tu condivida gli stessi valori. Questo si trasforma in un costante bisogno di avere il massimo e il meglio tra quelle persone e chiunque altro incontri. È estenuante, irrealistico e per non parlare costoso! Ci sono così tante cose importanti di cui preoccuparsi in questa vita. Non farti prendere dai falsi idoli. [3]

Invece di confrontarti con gli altri, confronta con il tuo passato.

È così facile lasciarsi prendere dall'illusione che tutti sembrano averlo meglio di te. Sono più magri, più carini, più di successo, più felici ... ma non sai niente di tutto ciò per certo. Invece di lasciarti prendere dall'idea di essere inferiore, confrontati con qualcosa di tangibile: il tuo sé passato. So di guardare indietro alle mie foto, ai vecchi articoli che ho scritto, ai vestiti che indossavo ... e mi rendo conto di quanto sono arrivato lontano. Il mio peso è aumentato e diminuito, ma ora sono più motivato di quanto non lo sia mai stato a rimettermi in salute e rimanere in salute invece di stare seduto e dispiacermi per me stesso.

Guardo il gruppo di amici che ho e sono così grato di essermi liberato degli "amici" tossici a cui una volta tenevo così tanto. E, naturalmente, mi vesto molto meglio! Il punto è riconoscere gli aspetti di te che sono migliori ora di quanto non fossero prima. Mantieni il confronto sano e personale, non fantastico e amaro. Quando confronti il ​​tuo presente con te stesso, vedi i progressi che hai fatto e ottieni la soddisfazione. Nessuna invidia, solo felice!

Mettiti nei panni degli altri (le persone che invidi).