L'età fertile del padre può influire enormemente sulla salute mentale e sul rendimento scolastico dei bambini, afferma la scienza

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Negli ultimi 40 anni, è stato notato che l'età media per la gravidanza è aumentata costantemente. Solo negli Stati Uniti, ad esempio, è passato da 21,5 a 25,4 per le donne dal 1970, mentre l'età media degli uomini è di tre anni in più. Spinti dal cambiamento delle tendenze sociali e dai progressi della scienza medica, possiamo anche aspettarci che l'età media fertile aumenti in modo incrementale sia per gli uomini che per le donne negli anni a venire.

Qual è l'impatto dell'aumento dell'età del parto?

Anche se l'aumento dell'età del parto può essere un fatto accettato e provato. Tuttavia, il suo impatto su genitori e figli non è ancora stato completamente esplorato. Questo è ciò che ha spinto un recente studio di collaborazione tra l'Università dell'Indiana e ricercatori medici del Karolinska Institute di Stoccolma, che si proponeva di determinare cosa significhi un'età genitoriale avanzata per le persone coinvolte. In particolare, è stata posta un'enfasi significativa sull'impatto dell'età fertile di un padre sul rendimento scolastico e sul benessere emotivo del figlio, soprattutto perché alcuni studi si sono già concentrati sulle potenziali implicazioni per le donne dell'aumento dell'età fertile.

I risultati sono successivamente supportati da una vasta e diversificata serie di dati, che copre tutti i nati in Svezia tra gli anni 1973 e 2001. Più precisamente, sembravano indicare che i bambini traggono i maggiori benefici quando nascono da genitori più vantare padri più giovani può anche godere di vantaggi particolarmente significativi.

Con questo in mente, diamo uno sguardo ad alcuni dei vantaggi che i bambini possono trarre dalla nascita di un padre più giovane:

1. I bambini nati da padri più piccoli godranno di una salute mentale ed emotiva di gran lunga maggiore

Una delle scoperte più sorprendenti fatte durante il sondaggio è stata che i bambini nati da padri più piccoli hanno molte meno probabilità di sperimentare alcuni disturbi emotivi e mentali. Hanno 13 volte meno probabilità di soffrire di ADHD, ad esempio, oltre ad avere 3,5 volte meno probabilità di mostrare tendenze autistiche. Allo stesso modo, hanno 25 volte meno probabilità di avere un disturbo bipolare debilitante, che può creare periodi stagionali di depressione e ansia.

È interessante notare che lo studio ha anche suggerito che i bambini nati da padri più piccoli avrebbero 2,5 volte meno probabilità di mostrare comportamenti suicidi o sviluppare problemi di abuso di sostanze, suggerendo uno stato mentale e una prospettiva più robusti. Sebbene non sia stata suggerita un'età fertile in cui questi problemi diventino problematici, la differenza tra i bambini nati da padri di 24 e quelli di 45 anni è stata particolarmente sorprendente.

2. I bambini nati da padri più piccoli possono essere meno suscettibili a determinate malattie

In una nota simile, lo studio ha anche evidenziato che gli uomini sono esposti a una serie di tossine ambientali dannose con l'avanzare dell'età. Dalle emissioni di carbonio e dall'inquinamento all'impatto della scarsa qualità dell'aria all'interno della casa, questi contaminanti possono combinarsi per innescare mutazioni del DNA nello sperma di ciascun padre. Insieme al fatto che la possibilità di mutazione aumenta ogni volta che lo sperma si replica, questo crea un enigma genetico che i padri in età fertile devono prendere in considerazione.

Al contrario, è probabile che i padri più giovani siano stati esposti a molto meno tossine e contaminanti ambientali, il che a sua volta riduce il numero di mutazioni all'interno del loro DNA. Sebbene la stragrande maggioranza di questi siano innocui, è importante notare che esistono anche mutazioni patogene che possono rendere i bambini più suscettibili a disturbi specifici e malattie fisiche.

I nati da padri più giovani hanno maggiori probabilità di evitarli, tuttavia, riducendo al minimo il rischio di contrarre determinate malattie.

3. I bambini nati da padri più piccoli hanno maggiori probabilità di ottenere risultati accademici

Abbiamo già accennato al fatto che i bambini nati da padri più grandi hanno maggiori probabilità di soffrire di disturbi come l'ADHD. Disturbi di questa natura tendono ad avere un impatto negativo sul comportamento e sulla capacità di apprendimento di un bambino, manifestandosi in alcuni potenziali problemi educativi. Questa logica è stata supportata dai risultati pubblicati nel sondaggio, con i bambini nati da padri più piccoli che hanno registrato voti migliori, risultati scolastici più elevati e punteggi QI migliorati.

È interessante notare che lo studio ha tenuto conto dei livelli di maturità più elevati e della capacità di guadagno dei padri più anziani, il che potrebbe aiutare a fornire uno standard di istruzione più elevato ai bambini e ad annullare alcuni dei potenziali problemi genetici. Nonostante ciò, rimane un chiaro legame tra l'età fertile di un padre e il rendimento scolastico del figlio.

La linea di fondo

Non solo questi risultati sono estremamente approfonditi e tratti da un vasto gruppo di intervistati, ma sono anche tra i primi a concentrarsi sull'impatto dell'età fertile di un padre. Sebbene i risultati non possano essere applicati a ogni singolo padre e debbano essere considerati anche altri fattori esterni, è chiaro che l'età fertile di un padre ha un'enorme influenza sullo sviluppo emotivo, mentale e fisico del figlio, nonché sui suoi livelli accademici. raggiungimento.

Allo stesso modo, si può anche supporre che i bambini nati da padri più piccoli possano beneficiare di alcuni vantaggi genetici, in particolare perché la probabilità di mutazioni spermatiche aumenta con l'età.

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Leggi avanti

Altro di questo autore

Lewis Humphries

Tendenza alla paternità

Altro di questo autore

Lewis Humphries

Tendenza alla paternità

Leggi avanti

7 passaggi per prendere una decisione per il nuovo anno e mantenerla
Come sviluppare muscoli velocemente: 5 trucchi per fitness e nutrizione
30 migliori citazioni per ispirarti a non smettere mai di imparare
9 esempi stimolanti di mentalità di crescita da applicare nella tua vita

Ultimo aggiornamento il 18 dicembre 2020

15 consigli per una mamma che lavora sopraffatta per sentirsi meglio

Terapista matrimoniale e familiare, autore: Calm Your Worries, Blogger e consulente Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

In qualità di mamma che lavora sopraffatta, ricevi molte idee intelligenti da riviste, amici e Internet su come gestire il lavoro, i bambini e una famiglia.

Sfortunatamente potresti sentirti ancora esausto e insufficiente al lavoro ea casa nonostante i consigli di organizzarti, cucinare in modo efficiente e coccolarti.

Quanto sarebbe bello svegliarsi domani sapendo che puoi iniziare a sentirti meglio senza tutti quei sentimenti sopraffatti?

La sensazione di sentirsi sopraffatti quando si indossano molti cappelli: mamma, professionista, responsabile della casa, partner, amico, ecc. ha le sue radici nella realtà. Stai assolutamente facendo molti lavori importanti. Ma ecco il punto:

Se sentirti sopraffatto è diventato la tua reazione istintiva o cronica, questa emozione ora è letteralmente una parte di te che ha bisogno della tua attenzione in modo che tu possa andare avanti con maggiore sicurezza.

Se aiutare te stesso sembra troppo difficile, non temere. Questi suggerimenti provengono direttamente dalla terapia e dalle neuroscienze per penetrare nel tuo sistema nervoso. Imparerai modi più profondi per calmarti e sentirti più sicuro di te stesso, della tua vita e delle tue scelte.

1. Respira e nota come si sente il tuo corpo dentro e fuori

Utilizzando tecniche di terapia centrata sul corpo, puoi comprendere meglio i tuoi sentimenti sopraffatti e offrire un aiuto pratico e preciso.

Come imparerai, quando ti senti stressato, il tuo cervello pensante non è la tua migliore risorsa. In effetti, semplicemente pensare e rafforzare i tuoi sforzi per "sbarazzarti" dei sentimenti sopraffatti potrebbe effettivamente peggiorarli.

Il primo passo per aiutare quando ti senti sopraffatto è semplicemente rallentare e respirare. Questo non significa che dovresti improvvisamente prendere enormi sorsi d'aria o respirare rapidamente. Questo ti metterà nel panico!

Respira normalmente e naturalmente. Rendi il tuo respiro piacevolmente lento, prolungando l'espirazione. Conta da 5 a 10 respiri.

2. Diventa un po 'curioso

Chiediti: come faccio a sapere di essere sopraffatto? Chiudi gli occhi o ammorbidisci lo sguardo se puoi. Immagina di spostare la tua consapevolezza dal tuo mondo esterno e di inviarla al tuo corpo insieme al tuo respiro.

Potresti notare subito i segnali. Ad esempio: il mio petto è stretto, il mio cuore batte rapidamente e c'è un senso di energia frustrata nelle gambe e nelle braccia. Oppure potresti semplicemente sentire alcune parole come: sto andando fuori di testa, non riesco o non posso farlo!

Se possibile, incuriosisci un po 'questa sensazione. Considera che sebbene possa essere una grande sensazione, probabilmente hai altre parti di te che si sentono diversamente.

3. Offri cure amorevoli alle parti di te stressate

Richard Schwartz, sviluppatore della terapia dei sistemi familiari interni definisce le nostre personalità come costituite da sotto-parti che interagiscono dentro di noi. Questo spiega perché una "parte" di te può sentirsi in un modo e tuttavia hai un'altra parte che si sente diversamente. [1]

Riconoscere delicatamente la parte di te che si sente sopraffatta e offrirle sostegno e compassione (come faresti con un bambino spaventato) può lenire il tuo corpo e la tua mente. "Ti ho preso" è un ottimo mantra da respirare quando sei sopraffatto.

4. Diventa intelligente con il tuo saggio sistema nervoso

Potresti aver sentito parlare del cervello "intestinale" o del cervello del "corpo". La scienza della teoria polivagale mostra che l'intero sistema nervoso influisce sul modo in cui pensi e senti, non solo sulla tua mente pensante.

In effetti, sapevi che il tuo saggio sistema nervoso generalmente raccoglie le informazioni dal tuo ambiente prima che il tuo cervello possa interpretarle? [2]

Quando ti senti sopraffatto, solo un piccolo segnale di "pericolo" avvertito nel tuo sistema nervoso è spesso il grilletto inconscio che ti spinge da occupato ma competente a sentirti fuori di testa ed esausto.

Questo spunto potrebbe essere semplice come una canzone alla radio che sembra eccessivamente stimolante, il cattivo umore di un bambino (anche se non ha nulla a che fare con te) o il tuo coniuge che dimentica una commissione non importante.

5. Ricorda a te stesso che una sensazione può essere solo una sensazione

Quando ti senti agitato, il tuo corpo fisico è naturalmente in massima allerta. Qualsiasi informazione o stimolo che riceverai in questi momenti ti sembrerà opprimente.

Non è colpa tua, ma è utile capire che di solito, quando senti di non essere abbastanza bravo, non è oggettivamente vero. La tua mente potrebbe semplicemente creare una ragione per i segnali di pericolo provenienti dal tuo corpo.

Consenti al tuo corpo di sentire senza esprimere un giudizio negativo su te stesso o sulla tua vita. Questa tecnica ti aiuterà a spezzare il ciclo del sentirti sopraffatto, creando quindi pensieri negativi sulla sensazione che ti travolgerà ancora di più.

6. Impara le tue risposte inconsce più comuni allo stress

Perché è importante? Quando ti senti stressato, probabilmente reagisci inconsciamente allo stesso modo per tutta la vita.

Per alcuni, troppo stress creerà rapidamente una sensazione insensibile e senza speranza. Per altri, il pensiero che la vita sia "troppa" porta a attacchi di panico o rabbia. Tuttavia, altri potrebbero bloccarsi completamente, sentendosi molto ansiosi ma non in grado di fare molto.

Da una prospettiva biologica, tutte queste esperienze sono abbastanza normali. Quando riconosci che le reazioni del tuo corpo non sono difettose o sciocche, è molto più facile rassicurarti e andare avanti con sicurezza.

7. Esercita la parte del tuo sistema nervoso che fornisce benessere e connessione sociale

Sapevi che puoi effettivamente tonificare il tuo nervo vagale ventrale, il nervo responsabile dei sentimenti di sicurezza e connessione sociale? [3]

Ogni volta che puoi, concediti di soffermarti sui tuoi ricordi preferiti che invocano sensazioni di benessere, connessione con i tuoi cari, momenti di bellezza nella natura o i tuoi ricordi preferiti di animali domestici o luoghi. Usa tutto il tuo senso per sentire davvero l'esperienza nel tuo corpo.

In questo modo, attivi e tonifichi il nervo vago ventrale in quanto potresti tonificare i muscoli. Crea una sorta di "segnalibro per il corpo" di queste sensazioni puramente di contenuto a cui puoi tornare quando sei stressato.

Questa pratica può sembrare sciocca, come un'indulgenza o addirittura una fantasia. Ma è supportato dalla scienza ed è importante per te creare una risposta forte e sana ai fattori di stress.

8. Dai una pausa alle parti del bambino

Nessuna parte di te sta cercando di farti del male. Ma alcune parti di noi provano sentimenti estremi e portano i fardelli del nostro passato.

Ad esempio, se ti senti oberato di lavoro nel presente, potrebbe attivare parti della tua personalità che si sono sentite in modo simile nelle prime fasi della vita. Rabbia profonda, paura, risentimento o tristezza ti indicano che qualcosa del tuo passato potrebbe trarre vantaggio dalla tua attenzione.

So che può sembrare strano, ma la prossima volta che ti senti molto sopraffatto, fai un respiro e nota se ti senti come un bambino che cerca di fare il lavoro di un adulto. In tal caso, trascorri un momento con calma e compassione ricordando a tutte le parti interiori del tuo bambino che sei davvero cresciuto, capace e stai facendo qualcosa di appropriato.

9. Affronta i messaggi critici che dai a te stesso

Cosa senti dire a te stesso quando ti senti sopraffatto? Potresti notare parti di te che sembrano critiche o addirittura crudeli.

Affermazioni come "Non mi metterò mai al passo", "Perché ci provo" o "Non riesco a fare niente di giusto", sono molto comuni quando sei sotto stress. Che tu ci creda o no, questi messaggi interiori sono probabilmente parti protettive fuorvianti della tua personalità.

Queste parti sono normali e cercano di aiutarti "rimettendoti in forma" in modo che tu non fallisca, avvertendoti di sentimenti di paura dentro o evitando shock o delusioni anticipando come gli altri potrebbero criticarti.

Se possibile, riconosci queste parti come protettive. Forse esprimi un po 'di gratitudine. Nota come le voci critiche dentro di te, anche se probabilmente hanno buone intenzioni, causano stanchezza e ancora più stress.

Quando riconosci questi messaggi all'interno, facendogli sapere che fanno parte di te e vedi la loro intenzione positiva, i messaggi critici si calmano.

10. Prenditi piccoli momenti per esprimere gratitudine

Tutti parlano di gratitudine, lo so. Ma ci sono buone ragioni per questa tendenza.

Sempre più studi sulla gratitudine mostrano connessioni valide tra gratitudine e stress ridotto e salute mentale. Uno studio di ricerca multi-universitario del 2018 ha concluso che la gratitudine non solo ha effetti diretti sulla qualità della vita, ma ha anche effetti indiretti attraverso lo stress percepito e la salute mentale. [4]

Ci sono molte ragioni per cui la gratitudine ha un impatto positivo sul nostro sistema nervoso, ma il modo migliore per scoprire questo impatto è semplicemente provare tu stesso.

Dedica un minuto ogni giorno a scrivere da una a tre cose per le quali ti senti grato. Questi possono essere grandi o piccoli, importanti o banali, ma devono essere veri. Rendila un'abitudine e guarda crescere il tuo sollievo dallo stress.

11. Gioca con il tempo

Nel libro del 2010 di Gay Hendrick The Big Leap, parla del concetto di tempo di Einstein e tempo di Newton.

L'ora newtoniana è l'ora che tutti guardiamo tutto il giorno. Il tempo di Einstein è più incentrato su ciò che crei con i tuoi momenti, rendendosi conto che la tua percezione può rallentare o accelerare il tempo.

Ad esempio, se passi del tempo con qualcuno che ami e fai qualcosa che ti piace, il tempo scorre molto velocemente. Al contrario, se stai facendo un lavoro miserabile con un tempo scomodo, ogni secondo può sembrare un'eternità.

La prossima volta che ti senti stressato per il tempo, fai un respiro lento e ricorda a te stesso che hai tempo. Il tempo ti appartiene. Quindi, goditi il ​​ritmo e fai quello che devi fare. Con la pratica, questo piccolo strumento diventerà prezioso per superare la pressione mentale del tempo.

12. Non lasciarti ingannare dalla perfezione

Quando sei nel pieno della crescita dei figli e del lavoro, a volte l'energia nervosa si presenta come perfezionismo. Nel tentativo di avere il controllo, potresti prefiggerti obiettivi arbitrari ma irragionevoli che ti sembrano necessari o veri.

Fai un rapido inventario di ogni lavoro che ti aspetti da te stesso e dalla tua famiglia. Ora metti in discussione tutto. Cosa è veramente importante e cosa è semplicemente preferibile? Quali lavori possono essere lasciati alla discrezione di qualcun altro, svolti abbastanza bene dai bambini o abbandonati completamente?

Conserva tutti i lavori che ti danno gioia e svolgerli con gioia. Lascia andare i lavori che sembrano standard o aspettative con poco o nessun guadagno. Salvali per la pensione, se vuoi.

13. Concediti il ​​merito di aver trascorso del tempo di qualità con i tuoi figli

Pensa al tempo che trascorri rilassandoti e divertendoti con i tuoi figli come un lavoro da $ 100.000 l'ora. Importi molto piccoli sono ancora incredibilmente preziosi.

Dimostrare ai tuoi figli che sono importanti è altrettanto probabile che accada in una partita di pesca di dieci minuti come in un'intera giornata al parco acquatico. Uno spuntino condiviso, un libro prima di andare a letto, a mezz'ora di distanza dal tuo telefono per consentire un contatto visivo amorevole con le tue ragazze si aggiunge a una vita di sicurezza e ricordi meravigliosi.

Immagina un giorno tuo figlio che dice: "La mamma ha lavorato sodo, ma ha sempre avuto il tempo di abbracciarmi, di ascoltare la mia giornata e di offrirmi una guida. Ho sempre saputo di essere importante per lei. "

14. Medita per un minuto al giorno

Sì, puoi fare di più. Ma se non puoi permetterti più di un minuto, vai avanti e siediti comodamente, respira e sii nel tuo corpo per questa volta. È un esercizio così semplice ma potente e lo possono fare anche i bambini.

Mentre mediti, nota il tuo cuore amorevole. Di cosa ha bisogno da te oggi: pazienza, compassione, creatività, cura, gioco? Ricordati di presentarti per te stesso e ti presenterai anche per il tuo lavoro e anche per la tua famiglia.

15. Proteggi e celebra il sonno

Dai più piccoli agli adolescenti, ci sono molte ragioni inevitabili per cui i bambini interrompono il tuo sonno.

Ecco il punto: l'insonnia inaspettata dovuta alla crescita o alla malattia infantile è normale e non facile da controllare. Se ti senti sopraffatto, però, dormire è fondamentale.

Ci sono due cose che puoi fare per migliorare la tua mentalità verso il sonno in modo da prepararti per la fiducia piuttosto che per crollare.

Primo, dai la priorità e proteggi il tuo tempo di sonno. Se tendi ad aspettare che i bambini vadano a dormire per completare il lavoro o finalmente rilassarsi, va bene. Ma non lasciare che queste attività riducano il tuo tempo di sonno.

Potendo scegliere tra un altro carico di bucato, Words With Friends, guardare il Trono di Spade o otto ore di sonno, scegli sempre di dormire.