Paure comuni di ogni persona in cerca di lavoro (e come affrontarle)

È specializzato nello sviluppo personale e professionale. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Cambiare lavoro può essere stressante. Alla società piace esercitare una certa pressione su di noi per trovare il nostro destino, che finisce per darci ansia. E se non stiamo facendo quello che dovremmo fare nella nostra vita? Allora abbiamo perso il nostro destino? E come ci lasciamo alle spalle il nostro "destino" sbagliato, in modo da poter trovare il lavoro perfetto?

Ogni persona in cerca di lavoro deve affrontare una serie di paure comuni quando cerca di trovare un nuovo lavoro.

Non preoccuparti. Decidi tu il tuo destino. Anche se non ottieni il cosiddetto lavoro dei tuoi sogni, sarai comunque in grado di vivere felici e contenti, ma questo non significa che dovresti lasciare che la paura ti sbricioli o impedirti di provarci.

Ecco 8 paure comuni con cui ogni persona in cerca di lavoro tende a lottare e come affrontarle.

1. Non ti sentirai mai più

Ogni persona in cerca di lavoro deve impegnarsi a fondo quando fa domanda per un lavoro. Se invii la stessa identica lettera di presentazione a ogni posizione per cui ti candidi, allora sai che molto probabilmente non riceverai risposta. Pertanto, è importante dedicare un po 'di tempo a conoscere l'azienda, i suoi valori e il modo in cui sono in linea con te e includerli nella tua domanda.

Prendere questa iniziativa è fantastico, ma una volta inviata, l'ansia si insinua in te. E se non ricevi loro notizie? E se il tuo curriculum sparisse in un buco nero? È stato tutto per niente?

Sfortunatamente, non potrai mai ottenere alcuna garanzia. Potresti non avere notizie da loro. Questo può essere scoraggiante. Soprattutto se hai fatto domanda per diversi lavori e non hai ricevuto risposta da nessuno di loro. La tua autostima potrebbe richiedere un po 'di difficoltà.

È importante ricordare che il loro silenzio non ha nulla a che fare con il tuo futuro. Accetta il fatto che qualcuno là fuori potrebbe essere migliore di te per questa posizione, ma allo stesso tempo, questo non significa che non sarai la persona perfetta per il prossimo lavoro per cui ti candidi.

Dovresti impegnarti completamente in ogni domanda di lavoro, ma una volta che hai finito, allora è il momento di lasciar perdere e concentrarti sulla domanda successiva. Puoi sempre tornare indietro più tardi ed eventualmente identificare alcuni difetti che migliorerai per il futuro, ma non rimanere bloccato.

Non sprecare il tuo tempo a pensare troppo a cosa è andato storto. Non ti darà un lavoro, solo preoccupazioni e dubbi inutili.

2. Non so come posizionarti

Una buona domanda di lavoro richiede una buona lettera di presentazione, ma cosa succede se hai problemi a identificare esattamente cosa offri? Può essere difficile commercializzarti.

Può farti esplodere. Potrebbe farti riconsiderare anche la domanda per un lavoro particolare, semplicemente perché non hai idea di come posizionarti.

Inizia cercando di capire perché vuoi quel lavoro. È probabile che tu sia molto interessato a quel campo specifico, perché le tue capacità si adattano.

Gli esseri umani sono naturalmente attratti dalle cose in cui sono bravi. Anche quando eravamo giovani e facevamo sport o usavamo uno strumento musicale, di solito non perseguivamo cose in cui non eravamo bravi.

Se stai cambiando carriera potresti non essere il più esperto, ma molto probabilmente avrai qualcos'altro che ti spinge a fare quel salto. Questo è ciò che ti distingue.

Se sei bloccato nella tua testa, chiedi in giro. Chiedi ad amici, colleghi (o nemici se sei abbastanza coraggioso). Studia te stesso e sarai in grado di formulare esattamente perché sei giusto per quel lavoro.

3. Essere rifiutato

L'unica cosa più spaventosa dell'essere ignorati è essere ascoltati, compresi, visti e poi rifiutati. A nessuno piace un rifiuto.

Il nostro ego è fragile. Non è mai divertente essere rifiutati. Soprattutto, se è qualcosa che vuoi davvero. Quando si tratta di un lavoro, non solo vieni rifiutato; stanno distruggendo il tuo sogno.

La paura del rifiuto è universale. Purtroppo è inevitabile. Potresti essere rifiutato, ma ricorda che se non ci provi, anche tu stai fallendo. Se non fai domanda, stai buttando via la tua domanda di lavoro.

Se non giochi, non vincerai mai. E se non provi nemmeno ad accettare il lavoro, stai certo che non lo otterrai mai.

Alla fine, il rifiuto non è così spaventoso come crediamo. Spesso impariamo da questo e, anche se non lo facciamo, è ancora solo un rifiuto.

Ti addormenterai ancora nel tuo letto stanotte e ti sveglierai ancora domani.

4. Non sarai in grado di fare il lavoro

In qualità di cercatore di lavoro potresti essere alla ricerca di un completo cambiamento di carriera o potresti voler salire di livello. In ogni caso, l'idea di un nuovo lavoro può sembrare spaventosa. Ci si aspettano cose nuove da te. Tutto cambierà, ma sei pronto? Puoi anche farlo?

È normale avere paura dell'ignoto. Naturalmente, vogliamo fare del bene ed essere buoni. Il pensiero di entrare in un nuovo territorio può tenerti sveglio la notte.

Ricorda, hai (si spera) dato a questo lavoro più di un semplice pensiero. Potrebbe essere nuovo, ma sei giunto alla conclusione che potresti adattarti lì. Quindi, non venderti allo scoperto.

5. Cambia

Se hai avuto un lavoro in passato che non ti ha fatto battere forte il cuore, o ti ha fatto saltare giù dal letto la mattina, o forse l'hai odiato apertamente, allora potrebbe sembrare un po 'spaventoso per tornare a un nuovo lavoro.

O forse hai vissuto una vita più rilassata (chiamata anche disoccupato) e hai paura di ricominciare a fare routine. Dopo tutto, gli umani sono creature abitudinarie.

È normale aver paura dell'ignoto. C'è un motivo per cui gli esseri umani rimangono nello stesso schema per anni, anche se ne sono infelici e consapevoli.

Il cambiamento fa paura, ma è anche una delle cose più gratificanti della vita. Chiediti cosa c'è dall'altra parte della paura, perché normalmente non c'è niente lì. Riconosci la tua paura dell'ignoto e poi vai avanti.