Perché alcune persone hanno una mancanza di empatia (e come gestirle)

Certified Professional & Holistic Coach, autrice di bestseller, presentatrice del podcast Awakening to Life Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Abbiamo tutti interagito con alcune persone che sembrano avere una mancanza di empatia, ad un certo punto della nostra vita. So che queste esperienze possono lasciarci frustrati, turbati, arrabbiati, delusi e persino traditi, soprattutto quando abbiamo bisogno di supporto.

Diventa ancora più difficile e doloroso se hai una relazione con qualcuno che non è in grado di mettersi nei tuoi panni. Soprattutto se consideriamo alcune di queste persone nostri amici, o forse anche peggio, quando queste persone sono familiari e dobbiamo essere in contatto con loro frequentemente.

In questo articolo, condividerò con voi i segnali quando qualcuno manca di empatia, perché ad alcune persone sembra mancare e come affrontarli in modo che non vi sentiate così frustrati e delusi e che possiate guidare una vita più felice.

Sommario

  1. Che cos'è esattamente l'empatia?
  2. Segni che qualcuno manca di empatia
  3. Perché alcune persone non hanno empatia
  4. Come trattare con le persone che mancano di empatia
  5. Considerazioni finali
  6. Ulteriori informazioni sull'empatia

Cos'è esattamente l'empatia?

Secondo Dictionary.com, Empathy è:

l'identificazione psicologica con o l'esperienza indiretta di sentimenti, pensieri o atteggiamenti di un altro.

La parola ha origine dalla parola greca "empatheia", che significa affetto fisico o passione.

PsychologyToday.com definisce Empathy come:

l'esperienza di comprendere i pensieri, i sentimenti e le condizioni di un'altra persona dal suo punto di vista, piuttosto che dal proprio. Cerchi di immaginare te stesso al loro posto per capire cosa stanno provando o sperimentando.

Continuano dicendo che l'empatia facilita i comportamenti prosociali (di aiuto) che provengono dall'interno, piuttosto che essere costretti, in modo che ci comportiamo in modo più compassionevole.

In altre parole, l'empatia è quando sei in grado di metterti nei panni di qualcun altro, sia a livello emotivo che intellettuale.

Inoltre, l'empatia è una delle caratteristiche distintive e dei pezzi fondamentali dell'intelligenza emotiva.

La vera compassione significa non solo sentire il dolore di un altro, ma anche essere spinto ad alleviarlo - Daniel Goleman

Segni che qualcuno manca di empatia

Anche se gli esseri umani sono creature sociali per natura, l'empatia non è naturale per tutti noi. Alcune persone sono più empatiche di altre. In casi più estremi, alcune persone soffrono di Disturbo da deficit di empatia (EDD).

Come Douglas LaBier, Ph.D., psicologo aziendale, psicoterapeuta psicoanalitico e direttore del Center for Progressive Development a Washington, DC. detto,

Il disturbo da deficit di empatia è una condizione pervasiva ma trascurata. In effetti, la nostra cultura sociale e politica sempre più polarizzata degli ultimi anni rivela che l'EDD è più grave che mai. Ha profonde conseguenze per la salute mentale sia degli individui che della società.

Spiega che quando soffri di EDD, non sei in grado di uscire da te stesso e sintonizzarti su ciò che sperimentano gli altri, specialmente quelli che sentono, pensano e credono in modo diverso da te. Ciò lo rende una fonte di conflitti personali di interruzione della comunicazione nelle relazioni intime e di atteggiamenti contraddittori - compreso l'odio - nei confronti di gruppi di persone che differiscono per convinzioni, tradizioni o stili di vita dal tuo.

Ecco alcuni segnali che ti aiuteranno a identificare se qualcuno intorno a te manca di empatia:

  • Saltano velocemente nel criticare gli altri senza mettersi nei panni degli altri.
  • Sembrano freddi o semplicemente fuori dal mondo per le persone che soffrono o sono meno fortunate.
  • Credono al 100% nella correttezza delle proprie idee e / o convinzioni e giudicano chiunque non ritenga le proprie convinzioni errate, ignoranti o stupide.
  • Hanno problemi a sentirsi felici per gli altri.
  • Hanno problemi a farsi o mantenere amici.
  • Hanno problemi ad andare d'accordo con i membri della famiglia.
  • Si sentono in diritto di ricevere favori e di usarti per soddisfare i loro bisogni senza mostrare apprezzamento. Si offenderanno anche se non ottengono ciò che vogliono.
  • In un contesto di gruppo, parleranno molto di se stessi e delle loro vite senza preoccuparsi veramente di ciò che gli altri condividono.
  • Fanno o dicono qualcosa che ferisce un amico o una persona cara e tendono a incolpare le sue azioni su di loro. Credono veramente che la colpa sia nella persona che ha subito il dolore perché ha reagito male, è stato scortese o ipersensibile.

La verità è che senza empatia è difficile creare profonde connessioni emotive con gli altri.

Perché alcune persone non hanno empatia

L'empatia è un'abilità innata e appresa che è modellata dal modo in cui siamo cablati quando nasciamo, dal nostro ambiente e dalle nostre esperienze di vita. Per provare empatia in una certa misura, significa che dobbiamo entrare in contatto con le nostre emozioni.

Le persone prive di empatia sono state probabilmente cresciute in famiglie che evitavano di entrare in contatto con i loro sentimenti e hanno persino condannato gli altri per aver provato le loro emozioni. Alcune persone hanno imparato a chiudere i propri sentimenti nelle prime fasi della loro vita a tal punto che hanno chiuso i loro cuori e non riescono nemmeno a provare i propri sentimenti - di certo non possono relazionarsi o provare i sentimenti delle altre persone.

Di conseguenza, queste persone finiscono per non avere compassione di sé, amore per se stesse e sono disconnesse dal loro sé autentico e dalla connessione divina con la fonte. Probabilmente non sono nemmeno consapevoli del fatto che tale disconnessione è come un meccanismo di difesa dal loro ego perché se entrano in empatia, hanno bisogno di relazionarsi, entrare in contatto con i loro sentimenti e sentire il dolore.

Nella maggior parte dei casi, sviluppare e coltivare l'empatia è possibile solo se le persone sono disposte a cambiare il modo in cui si relazionano con gli altri e scelgono consapevolmente di riqualificare il proprio cervello. A causa della neuroplasticità del nostro cervello, possiamo creare nuovi schemi cerebrali.

Tuttavia, ci sono altri casi in cui la mancanza di empatia è associata a disturbi gravi come narcisismo, disturbi della personalità antisociale e psicopatia. In questi casi, queste persone hanno bisogno di ottenere un aiuto professionale se sono disponibili.

Come trattare con le persone che mancano di empatia

So quanto può essere difficile avere a che fare con persone prive di empatia quando sei una persona sensibile e premurosa. Quando provi a esprimere i tuoi sentimenti, invece di compassione e comprensione, riacquisti rabbia o giudizio.

È doloroso perché a volte possiamo rimanere bloccati in un circolo vizioso in cui più qualcuno non ti capisce, più ti senti ferito e più vuoi che comprenda i tuoi sentimenti. È quasi come se chiedessi la convalida.

Ecco il punto:

La maggior parte delle volte, parlare con queste persone non ti porterà da nessuna parte e ti farà sentire completamente esaurito.

Ecco alcuni passaggi facili da seguire, in modo da poter trattare con persone prive di empatia:

1. Non prendere personalmente la loro rabbia o i loro giudizi

In questo modo, puoi scendere dalle montagne russe emotive. Non si tratta di te. Ricorda a te stesso che sono loro che hanno problemi a connettersi emotivamente con gli altri a un livello più profondo. Non c'è niente di sbagliato in te!

2. Non cercare di fargli capire i tuoi sentimenti

Cercare di instillare empatia o intuizioni in essi è uno spreco di tempo ed energia. Ciò aumenterà solo la loro rabbia e il loro giudizio.

3. Parla dei fatti con loro

Invece di parlare con loro di come ti senti o di come ti hanno fatto sentire qualcosa che hanno fatto o detto, parla dei fatti e di ciò che pensi. È più facile comunicare in questo modo perché non si sentiranno in colpa né si vergogneranno.

4. Se non vivi con questa persona, cerca di prendere le distanze dalla sua azienda

Non è necessario che tu metta fine all'amicizia o smetta di visitare un membro della tua famiglia, ma devi stabilire dei limiti ed essere consapevole della tua interazione con loro. Mantieni la connessione superficiale per evitare discussioni e non aspettarti profondità e comprensione.

5. Coltiva o coltiva relazioni con persone di cui ti fidi

Trascorri del tempo con persone di cui ti fidi e che ti fanno sentire al sicuro in modo che tu possa sentirti a tuo agio nel condividere il tuo mondo interiore e i tuoi sentimenti con loro. Queste sono persone che potrebbero aver mostrato segni di empatia in passato.

6. Sappi che il tuo valore e il tuo valore non dipendono dalla loro convalida e dall'opinione che hanno nei tuoi confronti

La nostra autostima non dovrebbe mai essere basata sull'approvazione o sulla convalida di altri. Ecco una guida passo passo per aiutarti a realizzare il tuo vero valore: Come costruire l'autostima (una guida per realizzare il tuo potere nascosto)