Perché ho sfortuna? 2 semplici cose per cambiare il tuo destino

Fondatore e CEO di Lifehack Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Sei una di quelle persone che subiscono sempre battute d'arresto? Sembra che poco ti vada bene? A volte pensi che l'universo stia per prenderti?

Ti chiedi: perché ho sfortuna? La sfortuna è reale?

Un paio di mesi fa ho incontrato un mio vecchio amico che non vedevo dall'anno scorso. Durante il pranzo abbiamo parlato di ogni genere di cose, comprese le nostre carriere, relazioni e hobby.

Il mio amico mi ha detto che il suo lavoro era diventato noioso e poco interessante per lui e, nonostante avesse chiesto una promozione, era stato rifiutato. Anche la sua vita personale non era eccezionale, poiché mi ha detto che si era recentemente separato dalla sua fidanzata di lunga data.

Quando gli ho chiesto perché le cose apparentemente erano andate storte a casa e al lavoro, si è fermato un attimo e poi ha risposto:

"Sto avendo un periodo di sfortuna."

Sono rimasto sorpreso dalla sua risposta perché non avevo mai pensato a lui come a qualcuno che pensava che la fortuna controllasse la sua vita. Sembrava sempre essere qualcuno che sapeva quello che voleva e lo seguiva con gusto.

Mi ha detto che credeva nella sfortuna a causa di tutto quello che mi è successo.

È stato a questo punto che ho condiviso la mia opinione su fortuna e destino:

Anche se gli eventi casuali si verificano certamente, sono di natura puramente casuale.

In altre parole, buona fortuna e sfortuna non esistono nel modo in cui le persone credono. E, cosa più importante, anche se accadono eventi negativi casuali, la nostra prospettiva e la nostra reazione possono trasformarli in cose positive.

La tua fortuna non è né peggiore né migliore di quella di chiunque altro. Sembra proprio così.

Ancora meglio, ci sono due semplici cose che puoi fare per invertire la tua sensazione di sfortuna e cambiare la tua fortuna.

1. Smetti di credere che ciò che accade nella vita sia fuori dal tuo controllo

Smetti di credere che ciò che accade nella tua vita dipenda dai capricci della fortuna, del destino, delle forze soprannaturali, di altre persone malvagie o di qualsiasi altra cosa al di fuori di te.

Gli psicologi chiamano questo "locus of control esterno". È una sorta di fatalismo in cui le persone credono di poter fare poco o niente personalmente per cambiare le loro vite.

Per questo motivo, o semplicemente sperano per il meglio, si concentrano sul tentativo di cambiare la loro fortuna con vari tipi di superstizione o si sottomettono passivamente a qualsiasi cosa accada, lamentandosi che non corrisponde alle loro speranze.

La maggior parte delle persone di successo ha un'opinione opposta. Hanno un "locus of control interno". Credono che ciò che accade nella loro vita dipenda quasi interamente da loro; e che anche quando si verificano eventi casuali, ciò che è importante non è l'evento in sé, ma come rispondi ad esso.

Questo li rende proattivi, coinvolti, pronti a provare cose nuove e desiderosi di trovare i mezzi per cambiare ciò che nella loro vita non gli piace. Non sono fatalisti e non incolpano la sfortuna per ciò che non va bene nel loro mondo. Cercano un modo per migliorare le cose.

Sono più fortunati degli altri? Certo che no.

La fortuna è casuale, questo è ciò che significa il caso, quindi è probabile che subiscano battute d'arresto come chiunque altro.

Ciò che è diverso è la loro risposta.

Quando le cose vanno male, cercano rapidamente il modo di rimediare. Non si lamentano, non si compatiscono o si lamentano della "sfortuna". Cercano di imparare da quello che è successo per evitarlo o correggerlo la prossima volta e continuano a vivere la loro vita nel miglior modo possibile. Hanno questo motore motivazionale, che alla maggior parte delle persone manca, per farli andare avanti.

Nessuno è abitualmente più fortunato o sfortunato di chiunque altro. Può sembrare di sì, a breve termine (gli eventi casuali spesso vengono in gruppi, proprio come i numeri casuali spesso si trovano vicini tra loro per diversi casi, motivo per cui i giocatori d'azzardo tendono a vedere schemi in cui non esistono).

Quando prendi una prospettiva più lunga, la possibilità casuale è solo casuale. Tuttavia, coloro che ritengono di essere meno fortunati in genere prestano molta più attenzione ai casi di sfortuna a breve termine, convincendosi della correttezza della loro convinzione.

Il tuo locus of control non è genetico. L'hai imparato in qualche modo. Se non funziona per te, cambialo.

2. Ricorda che qualunque cosa presti attenzione cresce nella tua mente

Se ti concentri su ciò che sta andando storto nella tua vita, soprattutto se lo vedi come "sfortuna" per cui non puoi fare nulla, sembrerà più nero e più malevolo.

In breve tempo, ti convincerai così tanto che tutto è contro di te che noterai più casi in cui questo sembra essere vero. Di conseguenza, ti sommergerai nell'energia negativa e quasi certamente smetterai di provarci, convinto che nulla di ciò che puoi fare migliorerà le tue prospettive.

Non molto tempo fa, un lettore (la chiamerò Kelly) ha condiviso con me quanto si sentisse frustrata e quanto fosse sfortunata. Kelly è un aspirante imprenditore. Aveva cercato di trovare investitori per investire nel suo progetto.

Non stava andando bene perché è stata sempre rifiutata dai potenziali investitori. E nel momento più stressante, il suo ragazzo l'ha lasciata. E il giorno dopo la sua rottura, ha perso un'importante occasione per incontrare un investitore interessato. Stava per arrendersi perché sentiva di non essere abbastanza fortunata da costruire con successo la sua attività.

Non è stato sicuramente un momento facile per lei. Era stressata e stanca. Ma non è stata la sfortuna a interpretare il ruolo.

Il fatalismo si nutre di se stesso finché le persone non diventano "vittime" passive dei colpi della vita. I "perdenti" nella vita sono quelli che sono convinti che falliranno prima di iniziare qualsiasi cosa, sicuri che la loro "sfortuna" rovinerà qualsiasi prospettiva di successo.

Raramente si accorgono che le vere ragioni del loro fallimento sono l'ignoranza, la pigrizia, la mancanza di abilità, la mancanza di previdenza o semplicemente stupidità, tutte cose che potrebbero fare qualcosa per correggere, se solo smettessero di incolpare altre persone o "Sfortuna" per le loro carenze personali.