Perché la poesia è importante ora più che mai

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

La poesia non è mai stata così importante. In tempi turbolenti come questi, è naturale cercare fonti di verità affidabili. Ma dove troviamo ciò che può sembrare così illusorio?

Arriva attraverso il numero sempre crescente di canali chiacchieroni, ognuno in competizione per essere ascoltato nel volume crescente di notizie contraddittorie? O attraverso la saggezza e la conoscenza ereditate tramandate attraverso piccoli nuclei familiari, mentre ci diffondiamo sempre più dalle nostre radici?

Forse dobbiamo cercare altrove. A una fonte di verità senza tempo che parla sempre dal suo tempo al momento presente. Qualcosa che non si basa su un bisogno di popolarità, geografia specifica o elogi istantanei.

In tempi come questi, abbiamo bisogno della poesia più che mai. Ecco perché.

Quando il potere corrompe

"Quando il potere corrompe, la poesia purifica"

Ciò che Kennedy comprese mentre pronunciava queste famose parole era l'impatto che la poesia può avere sulla verità. La verità come espansione ma non estensione dei fatti. A volte, i fatti possono essere veritieri e tuttavia sfuggire senza dire tutta la verità. Perché la verità è più che un fatto, è esperienza, è la somma di tutti i fatti ed è la verità della loro importanza.

La poesia è qualcosa che possiamo ereditare; un lignaggio di saggezza che si estende a ritroso da oggi. E in esso trovi la comprensione di esperienze che sembrano insondabili per la nostra attuale percezione della vita.

La poesia di Wilfred Owen e Siegfried Sassoon offre uno spaccato della prima guerra mondiale che nessun documentario può offrire. I "poeti della lotta" sudafricani ci mostrano la realtà dell'oppressione dell'apartheid usando quelle stesse voci che gli oppressori volevano far tacere. E in queste rivelazioni troviamo una fonte di verità che è personale, specifica e sentita. È una verità che troviamo attraverso l'empatia e la compassione piuttosto che trovare un significato attraverso un'analisi secca.

Parole che oltrepassano le barriere

Adrienne Rich offre un'immagine umile e cruda della politica di genere e della vita americana per oltre mezzo secolo. Attraverso le sue incisioni precise e magistrali, traduce le verità in modo che chiunque possa accedervi. E che ci mettano a disagio, rassicurati o scioccati, la sua poesia è uno specchio in cui riflettere la nostra esperienza. Potrebbero non essere di oggi ma non per questo meno rilevanti.

"Certe parole si verificano: nemico, forno, dolore,

Abbastanza per farmelo sapere

È una donna del mio tempo "

Dalle traduzioni in Diving into the Wreck (1972)

Ci sono anche alcuni inviti davvero straordinari dalle fonti più improbabili della poesia. Prendiamo ad esempio gli Statesman-poets. Includono un certo numero di presidenti-poeti statunitensi pubblicati ma, forse più interessante, anche diversi famigerati tiranni. Il giovane poeta Soselo, è un affascinante esempio di questa apparente contraddizione. A sedici anni, Soselo ha scritto versi pieni di speranza come: