Perché prendere le cose per scontato può toglierti la gioia

Sarah è un'oratrice, scrittrice e attivista Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

"Quando dai le cose per scontate, le cose che ti vengono concesse vengono prese". –Sconosciuto

Non lasciare che la vita ti sfugga di mano. Apri gli occhi su ciò che ti circonda. Sei qui, in questo momento, vivo. Ma dai le cose per scontate? Se lo sei, è ora di cambiare tutto.

È come in Il mago di Oz, quando alla fine Glenda la Strega buona dice a Dorothy che ha avuto quello che le è servito da sempre. È come te. Hai quello che ci vuole, ora, dentro di te. Il tuo viaggio ovunque inizia all'interno. La gratitudine è il dono che continua a dare e con esso puoi trovare gioia.

Tuttavia, dare le cose per scontate può togliere quella gioia. Perdi il tuo potere e il tuo scopo. Non ti fermi più ad annusare le rose. Non li guardi nemmeno. Lascia andare le piccole cose e il resto va con esso.

Ma quando provi gratitudine e gioia, fiorisci. Ti ritrovi. Voi sapete chi siete. Ti lasci respirare quando senti addosso il peso del mondo. Impari a lasciar andare e ad apprezzare il bene piuttosto che aggrapparti a cose che non ti servono più. E tutto questo è alla tua portata.

Ecco cinque motivi per cui dare le cose per scontate può toglierti la gioia.

1. Egoismo

Quando ti manca la gratitudine, potresti ritrovarti a pensare solo a te stesso. Le tue azioni potrebbero essere più egoiste. Puoi isolarti da coloro che ami e a cui tieni perché vedi solo i tuoi bisogni. Questa azione ti rende più egoista e vivi per la realizzazione dell'ego piuttosto che provare vera gioia e altruismo.

Quando hai altri in agenda, sei meno solo e più felice. Hai supporto, comprensione e compassione perché anche tu lo stai dando. Quello che dai ti torna in qualche modo. E questo è sufficiente.

Se prendi parte a comportamenti più altruisti e vedi chi ti circonda per quello che vale, sarai più incline a dare una mano. Allora anche tu saprai di non essere solo.

Hai più motivi per cui vivere. Hai più persone con cui condividere le cose. Hai obiettivi che potrebbero servire meglio il mondo.

Con l'empatia puoi toccare le vite. La tua vita può essere trasformata essendo gentile e premuroso con chi ti circonda. Ma non puoi fare tutto questo se non guardi quello che hai. Devi guidare con empatia, non con ego, e smetterai di dare le cose per scontate nella tua vita. Quindi, puoi dare gioia e riceverla anche tu.

2. Emozioni negative

Secondo Psychology Today, il ricercatore capo della gratitudine Robert Emmons ha scoperto che la gratitudine riduce la depressione e aumenta la felicità. [1] È direttamente correlato alla tua salute mentale e alla gioia che provi.

Ciò significa che a livello psicologico, la gratitudine può aumentare il tuo umore e migliorare il tuo benessere generale. La dopamina e la serotonina vengono rilasciate nel cervello, facendoti sentire gioia. Tuttavia, non sostituisce le raccomandazioni dello psichiatra se hai bisogno di farmaci, ma aiuta chiunque lo provi ad avere una vita migliore.

Va ​​bene sentirsi negativi di tanto in tanto. Ma quando ti senti in questo modo la maggior parte del tempo, ti ritrovi senza gioia e senza direzione. Perdi di vista chi sei e di cosa ti occupi. I tuoi obiettivi diventano meno delle tue esigenze e più di ciò che gli altri si aspettano da te.

Tuttavia, un semplice atto di apprezzamento può cambiare il risultato della tua vita e del tuo benessere emotivo. Hai dei sentimenti per una ragione: hanno lo scopo di mostrarti ciò di cui hai bisogno. E se non li ascolti, diventano più rumorosi.

Forse la lezione che le tue emozioni stanno cercando di insegnarti è smettere di inseguire qualunque cosa ti capiti e vedere cosa hai. Apprezza quanto lontano sei arrivato.

La salute mentale peggiora quando non vivi con gratitudine. Potresti cadere in depressione o trovarti insoddisfatto di ciò che hai. Potresti essere stressato, non vivere per le cose giuste o sentirti sopraffatto. Potresti vedere solo i tuoi problemi.

Ma se scegli la gratitudine, scegli anche la gioia. Lascia entrare il positivo e fissa la tua concentrazione. La tua gratitudine è il tuo naturale stimolante dell'umore. Quando vedi quello che hai, decidi di restare. Decidi di continuare a combattere per te stesso. Hai un atteggiamento e un modo di essere più sani. Questo ti aiuta in generale.

Questo può aiutare con la depressione. Questo può aiutare con ansia, preoccupazione, stress e rabbia. Puoi fare un passo indietro e dire: "Va bene, questo è ciò che è buono". Questo è tutto ciò che devi fare per ribaltare la situazione.

Quindi, hai quel bene con te nel tuo cuore quando prendi decisioni. Alzi lo sguardo con più ottimismo e ti senti più leggero. Non devi portare con te tutto ciò che hai portato. A volte, è bello metterlo da parte e vedere cosa è più importante.

3. L'insicurezza può fermentare

Se non vedi il tuo valore, nessuno può aiutarti in questo. Sta a te vedere cosa hai. Sta a te sapere che potresti avere delle imperfezioni, ma che non è la definizione di chi sei.

I tuoi difetti sono solo un'altra caratteristica. Non hanno lo scopo di sminuirti. La tua forza deriva dalla tua unicità nella vita.

Segui il percorso che è il tuo. Non competere o confrontare. Sii te stesso. Fai un elenco non solo di quello che hai, ma anche di quello che vorresti che qualcuno ti dicesse.

  • Sono degno.
  • Sono imperfettamente perfetto.
  • Sono pieno di meraviglia e gioia.
  • So chi sono.

Aggiungi alla lista e ti troverai più in grado di resistere a qualsiasi cosa. Trovati a nominare le tue vittorie e non concentrarti sulle tue debolezze. In questo modo raccogli più forza.

Non devi dare per scontato il viaggio che hai fatto. È grazie a te, non a nient'altro, che sei ancora qui. Questo deve contare qualcosa.

Puoi sentirti sicuro sapendo di avere molto da offrire. Puoi scegliere di accontentare gli altri o di accontentare te stesso. Alla fine, devi vivere con te stesso. E se puoi farlo, hai vinto.

Quindi, il tuo benessere emotivo non ne risentirà più. L'apprezzamento crea autenticità. Non concentrarti più sull'essere qualcuno che non sei. Ascolta chi sei e trova un valore in questo. È lì che puoi trovare gioia.

4. La resilienza può essere soffocata

Cosa hai ottenuto ultimamente di cui essere orgoglioso? Vedi il tuo potere nel farlo e che tutto è possibile?

La resilienza può essere soffocata se non vedi il bene che hai da offrire, gli strumenti che hai intorno, le persone su cui puoi contare e le opportunità a tua disposizione.

Se decidi di andare avanti, trova qualche rassicurazione nel sapere che puoi essere imperfetto e seguire comunque il tuo percorso e fare la differenza.

Quali decisioni hai preso ultimamente in cui non avevi paura? Ti fidi o vivi nella paura?

La rivista Greater Good di Berkeley esplora l'idea della gratitudine nei momenti difficili come un "sistema immunitario psicologico". [2] La gratitudine funge da scudo verso ciò che stiamo attraversando, poiché diventiamo più resilienti nel tempo.

Pensa ai modi in cui hai già avuto successo nella vita, a cosa devi dare e usalo come scudo.

Guarda cosa c'è intorno a te e questo può farti capire che nonostante la lotta e le difficoltà, ce l'hai. Puoi farlo. Puoi padroneggiarlo. Come recita la poesia Invictus di William Ernest Henley, "Sono il capitano della mia anima".

Se stai lottando, ricorda che gli altri farebbero facilmente scambi con te. Non significa che la strada che percorri non sia difficile. Significa solo che dovresti apprezzare ciò che hai prima che sia troppo tardi.

Niente può scuoterti se sai quello che hai. È davvero così che trovi un significato nella vita, non importa cosa. È così che lasci entrare la gioia.

5. Sei meno "nel momento"

Quando è stata l'ultima volta che hai guardato un'alba o un tramonto? Quand'è stata l'ultima volta che hai sentito davvero la pioggia? Quando è stata l'ultima volta che hai sorriso a uno sconosciuto? Quand'è stata l'ultima volta che hai davvero sentito qualcosa, ti sei sentito davvero vivo?

Se è passato un po 'di tempo, è tempo di sfruttare il momento. Fallo valere. Perché adesso è tutto ciò che ti viene promesso e non sai cosa porterà il domani. Sai solo quello che puoi dare adesso.

Se dai le cose per scontate, sei meno "nel momento". Sei meno presente. Ti perdi le cose che contano e le persone, i luoghi, gli eventi e le cose che stanno accadendo perché non li stai apprezzando. Ti perdi la gioia delle cose semplici.

Quando dai le cose per scontate, ci sono delle conseguenze: i ricordi che avrebbero potuto essere fatti svanire, le persone che avresti potuto tenere vicino ti lasciano e le opportunità di essere il tuo io più coraggioso e migliore se ne vanno. Questo perché devi scegliere di essere qui.

Si tratta di consapevolezza. Psych Central discute in che modo la gratitudine consiste nell'essere consapevoli, nell'osservare te stesso senza giudizio in tutto ciò che attraversi e nell'imparare a mostrarti un po 'di grazia. [3]