Processo decisionale efficace: come prendere decisioni sagge

Esperto di sviluppo personale di Lifehack, un coach orientato ai risultati dedicato ad aiutare le persone a raggiungere maggiori livelli di felicità e successo. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Padroneggiare il processo decisionale è fondamentale sia nella vita che nella leadership. Molte persone sono sopraffatte dalle scelte, tormentate dall'indecisione e stressate dalla paralisi dell'analisi. Tuttavia, è possibile superare tutto questo e imparare a prendere grandi decisioni.

Vuoi prendere la giusta decisione personale o aziendale e, in molti casi, l'enorme quantità di opzioni che devi guadare ti mette in discussione proprio sulle decisioni che prendi.

La ricerca della Cornell University suggerisce di prendere oltre 200 decisioni al giorno solo sul cibo [1]. Immagina quante decisioni dobbiamo prendere in generale!

Se trovi che stai lottando per prendere una decisione specifica, spesso indovina te stesso o hai rimpianti post-decisione, o desideri alcune risorse aggiuntive nel tuo kit di strumenti decisionali, sei nel posto giusto. Entriamo nel processo decisionale.

Le tre P del processo decisionale

Le 3 P del processo decisionale sono le seguenti:

  • Prospettiva: cosa pensare quando si prende una decisione
  • Processo: i passaggi per prendere una decisione
  • Preferenza: identificare le migliori strategie per il processo decisionale

Prospettiva

Come ora sai, ogni giorno prendiamo decine di migliaia di decisioni. Gran parte del prendere buone decisioni sta nel modo in cui pensiamo alla decisione stessa. Ecco alcune cose da considerare:

Metti la decisione nel contesto

Quanto è importante questa decisione? A volte ci tormentiamo per le decisioni più piccole, come cosa mangiare per cena o cosa indossare.

La prossima volta che ti blocchi su una decisione, fai un passo indietro e chiediti di valutare l'importanza della decisione. Usa una scala da uno a cinque, dove cinque è una decisione molto critica per la tua vita (cambiamento di carriera, chi sposare o se avere figli) e uno è abbastanza innocuo, con effetti minori (quale pasto ordinare o se commentare su un post sui social media).

Se è un quattro o cinque, probabilmente vorrai dedicarci più tempo, ma se è uno, puoi prendere rapidamente la decisione e andare avanti.

Conosci te stesso

Molti filosofi antichi, da Aristotele a Socrate, pubblicizzavano i benefici del "conoscere te stesso". Questo vale anche per il processo decisionale. Prendiamo decisioni attraverso la nostra prospettiva e lente ed è fondamentale conoscere te stesso: il tuo stile, i valori, le convinzioni, le paure, le storie e ciò che funziona per te.

Quando hai una forte conoscenza di te stesso, molte decisioni sono molto più veloci e facili. Ad esempio, quando conosci i tuoi valori e, ad esempio, sai che apprezzi la famiglia, è facile decidere di perdere quell'evento di lavoro per la partita di calcio di tuo figlio.

Impara a soddisfare

Nel suo libro The Paradox of Choice: Why More is Less, Barry Schwartz parla del potere di soddisfare (sì, è una parola) invece di massimizzare.

I massimizzatori vogliono prendere la decisione migliore in assoluto. Esauriscono tutte le alternative cercando di trovare l'unica scelta giusta. Questo spesso porta alla paralisi dell'analisi, allo stress sulla decisione e al rimpianto una volta presa una decisione.

I satisficatori cercano di trovare ciò che è "abbastanza buono". Sanno che non c'è mai una scelta perfetta e cercano di trovare una decisione che soddisfi la maggior parte delle loro esigenze o requisiti.

Quando impari a soddisfare invece di massimizzare, puoi prendere decisioni migliori e più veloci con meno rimpianti.

Accetta il fatto che non ti piacerà sempre la tua decisione

Spesso le persone esitano a prendere una decisione perché non gli piace, anche quando sanno che è la decisione migliore da scegliere. E solo perché una decisione è giusta non lo rende più facile da prendere.

Mi imbatto in questo con i clienti tutto il tempo. Mi dicono che non sanno cosa fare; ma mentre parliamo, sanno esattamente cosa devono fare; semplicemente non gli piace la risposta. Ciò è particolarmente importante quando le persone hanno un vero dilemma, quando tutte le opzioni sono ugualmente terribili, ma una scelta è inevitabile.

Identifica le decisioni da semplificare

Più decisioni vengono prese, più energia viene utilizzata. In definitiva, questo comprende la tua capacità di prendere decisioni sagge. Questo si chiama fatica decisionale.

Uno studio, ad esempio, ha mostrato che "i pazienti che hanno incontrato un chirurgo verso la fine del turno di lavoro avevano 33 punti percentuali in meno di probabilità di essere programmati per un'operazione rispetto a quelli che sono stati visti per primi" [2]. I chirurghi stavano vivendo un affaticamento decisionale ed erano meno propensi a decidere di operare un paziente, anche se il paziente poteva averne bisogno.

Ci sono molte aree della tua vita in cui puoi automatizzare le decisioni in modo da non doverle prendere affatto. Ciò lascia più larghezza di banda mentale per le decisioni importanti.

Pensa alle decisioni che prendi nella tua vita quotidiana in cui potresti semplificare il processo e impostare invece una scelta automatizzata. Forse è quello che mangi. Potresti semplificare e avere le uova sul pane tostato ogni mattina in modo da non dover prendere questa decisione?

Come puoi ridurre o eliminare le scelte nella tua vita in modo da fare spazio a quelle più importanti?

Processo

Nel 2007, Pam Brown del Singleton Hospital in Galles ha creato un processo decisionale in 7 fasi. Molti altri hanno seguito le sue orme, con centinaia di adattamenti diversi di questa stessa formula.

Ecco i 7 passaggi:

1. Delinea l'obiettivo e il risultato

Quale decisione stai cercando di prendere? Cosa stai cercando di ottenere con questa decisione? Ottieni chiarimenti sul problema e sulla decisione.

2. Raccogli dati

Qui è necessario raccogliere informazioni pertinenti per prendere una decisione informata. Cosa devi sapere prima di scegliere?

3. Sviluppa alternative

Fai un brainstorming e identifica le tue opzioni. Vuoi assicurarti di avere abbastanza opzioni da poter prendere una buona decisione, ma non così tante da sentirti sopraffatto.

4. Elenca pro e contro

In questo passaggio, soppesare le prove e identificare i vantaggi e gli svantaggi di ciascuna. Puoi anche considerare la probabilità che ciascuna opzione soddisfi i tuoi obiettivi.

5. Prendi la decisione

È il momento delle decisioni. Qui, scegli tra le alternative in base alle informazioni che hai raccolto.

6. Agisci immediatamente

Hai scelto la tua linea di condotta. Qual è il tuo primo passo? Fallo il prima possibile, niente scuse!

7. Impara e rifletti

Ora è il momento di rivedere il processo decisionale, comprendere le conseguenze e i risultati della decisione e utilizzare tali informazioni per migliorare il processo decisionale futuro.

Preferenza

Una volta che hai una prospettiva e compreso il processo, puoi procedere utilizzando la strategia che funziona meglio per te.

Ascolta la tua voce interiore

Fidati del tuo istinto per risolvere il problema. Smetti di ascoltare gli altri e quello che dicono che dovresti fare e chiarisci ciò in cui credi.

Per ulteriori informazioni su come ascoltare la tua voce interiore, consulta questo articolo.

Identifica il rischio e la ricompensa

La ricompensa vale il rischio? Il vantaggio vale il costo? Ci saranno sempre dei compromessi nella vita; sono accettabili?

Telefona a un amico

È difficile prendere decisioni da solo, quindi fatti aiutare! Considera un migliore amico (che sa ascoltare), un coach (che può guidarti attraverso le domande pertinenti per rivelare il tuo pensiero) o un mentore (che si è già trovato in quella situazione).

Sii cauto su chi coinvolgere. Parte della sfida nel processo decisionale è non lasciarsi influenzare troppo dalle proprie convinzioni. Tutti avranno un'opinione. Non lasciare che qualcuno ti convinca del contrario quando sai che qualcosa è meglio per te.

Usa le tue preferenze di apprendimento

Sei un decisore visivo, uditivo o cinestetico? Come lo sai? Pensa a una decisione che hai preso di recente che è andata bene e rimettiti nella mentalità quando hai attraversato quel processo decisionale. L'hai fatto basandoti sull'immagine che avevi di come sarebbe "apparso" (visivo), il tuo dialogo interiore o dialogo (uditivo) o su una sensazione che avevi (cinestetico)?

Agisci

A volte non lo sai finché non ci sei "dentro". Quando ti trovi di fronte a due scelte, fai la scelta migliore con le informazioni che hai e ciò che ritieni sia il migliore, quindi inizia a muoverti. Saprai se quella scelta è giusta per te se ti senti bene mentre vai avanti.

Sfrutta le tue emozioni

Le nostre emozioni influenzano la nostra capacità di prendere decisioni. Quando sei consapevole e comprendi i tuoi stati emotivi, puoi prendere decisioni migliori.

D'altro canto, quando non sei consapevole delle tue emozioni e se sono veramente collegate alla decisione stessa, puoi prendere le decisioni sbagliate per i motivi sbagliati.

Vedi il grafico sotto per i dettagli su come identificare e leggere le tue emozioni [3]:

Dormiteci sopra

Se devi prendere una decisione importante, pensaci prima di andare a letto, ma aspetta di prendere la decisione finché non ti svegli la mattina successiva. Quando ci dormi sopra, prendi decisioni migliori con una mente più lucida [4].

A volte facciamo pressione o ci imponiamo false scadenze e non abbiamo una risposta perché non siamo pronti o non è il momento giusto ... ancora.

Se hai la libertà, a volte la cosa migliore che puoi fare è aspettare che la decisione giusta emerga da sola. A volte potrebbero volerci pochi minuti o ore, altre volte potrebbero volerci mesi.

Il risultato finale

Prendere decisioni può essere difficile, ma non deve essere impossibile. Se utilizzi le strategie descritte sopra, puoi fare in modo che il processo decisionale funzioni per te a lungo termine. Trova ciò che ti aiuta di più e incorporalo nel tuo processo per prendere decisioni che ti porteranno a una vita migliore.

Altri suggerimenti sul processo decisionale

  • 5 potenti capacità decisionali per aiutarti a prendere decisioni velocemente
  • Come evitare che l'affaticamento decisionale offuschi il tuo giudizio
  • Come prendere sempre buone decisioni

Riferimento

[1] ^ Cornell Chronicle: "Autopilota senza mente" spinge le persone a sottovalutare drasticamente quante decisioni alimentari quotidiane prendono [2] ^ Economia sanitaria: l'effetto dell'affaticamento decisionale sul processo decisionale clinico dei chirurghi [3] ^ Bussola psicologica : 4 modi in cui il controllo emotivo aumenta le tue capacità decisionali [4] ^ Live Science: perché "dormirci sopra" aiuta

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Leggi avanti

Altro di questo autore

Tracy Kennedy

Esperto di sviluppo personale di Lifehack, un coach orientato ai risultati dedicato ad aiutare le persone a raggiungere maggiori livelli di felicità e successo.

Di tendenza in Brain Power

Altro di questo autore

Tracy Kennedy

Esperto di sviluppo personale di Lifehack, un coach orientato ai risultati dedicato ad aiutare le persone a raggiungere maggiori livelli di felicità e successo.

Di tendenza in Brain Power

Leggi avanti

30 valori fondamentali essenziali per vivere la vita che desideri
15 trucchi di memorizzazione senza sforzo per ricordare qualsiasi cosa
Come migliorare la memoria e potenziare la tua capacità cerebrale
Come migliorare naturalmente la memoria cerebrale: cibi da mangiare e da saltare

Ultimo aggiornamento il 18 dicembre 2020

Fai scorta di questi 9 snack salutari per aumentare le tue capacità intellettuali

Vee Castil; Resume & Career Writer ᛫ Traveller ᛫ Vegan ᛫ Weight Loss Success (-85lbs) Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Il cibo per la mente è un alimento benefico per il cervello. Come la nostra pelle e il nostro stomaco, alcuni cibi contribuiscono al nutrimento e al trattamento di queste zone del corpo. Il cervello ha anche bisogno di determinati alimenti per aumentare la sua potenza in modo da funzionare al meglio ogni giorno. Dovremmo fare scorta di cibo per la mente!

Il cervello, la complessa macchina che controlla tutto il nostro essere, è in realtà facile da nutrire e nutrire. Alcuni alimenti ci nutrono di sostanze nutritive e forniscono benefici di cui molti di noi non sono consapevoli. Ad esempio, Barbara Shukitt-Hale, USDA Nutrition Research Facility presso Tufts University, afferma quanto segue sui nutrienti che consumiamo:

“Le piante hanno sviluppato meccanismi per affrontare le sollecitazioni ambientali. A causa della luce solare, dello smog e della temperatura hanno sviluppato capacità antiossidanti o antinfiammatorie. Quando li ingeriamo, sono protettivi anche nel nostro corpo. "

In questo articolo parleremo dell'importanza di cibi sani per la mente e ti consiglieremo i 9 migliori snack sani per aumentare le tue capacità intellettuali!

Sommario

  1. L'importanza del cibo per la mente e come aiuta il cervello
  2. Mancanza di cibo per la mente e suoi effetti sul cervello
  3. Quali alimenti danneggiano il cervello?
  4. 9 cibi sani per potenziare la tua capacità cerebrale
  5. Conclusione

L'importanza del cibo per la mente e come aiuta il cervello

Il nostro cervello controlla tutto ciò che facciamo. Alcune sostanze chimiche influiscono sul modo in cui funziona in modi positivi e negativi. Brian Food aiuta ad aumentare il tuo potere intellettuale! Secondo un articolo pubblicato da Fernando Gomez-Pinilla, Dipartimenti di Neurochirurgia e Scienze Fisiologiche dell'UCLA: [1]

"La ricerca negli ultimi 5 anni ha fornito prove entusiasmanti per l'influenza dei fattori dietetici su specifici sistemi molecolari e meccanismi che mantengono la funzione mentale. Ad esempio, una dieta ricca di acidi grassi omega-3 sta guadagnando apprezzamento per il supporto dei processi cognitivi negli esseri umani e la sovraregolazione dei geni che sono importanti per mantenere la funzione sinaptica e la plasticità nei roditori. "

Il detto classico "tu sei quello che mangi" ha molto valore e verità, come dimostrato dalla ricerca. Ecco alcune informazioni:

  • Gli amminoacidi derivano da proteine ​​e aiutano a supportare e collegare i tuoi neurotrasmettitori. I neurotrasmettitori aiutano a mantenere il cervello acuto: la dopamina per la funzione del sistema nervoso, la serotonina per l'umore, la memoria e l'apprendimento, la norepinefrina per la vigilanza e la concentrazione e l'acetilcolina per la conservazione e il ricordo della memoria.
  • Il glucosio è ciò che fornisce energia al cervello. I cervelli ottengono quasi tutta la loro energia dal glucosio.
  • Gli acidi grassi come polinsaturi, omega-3 e omega 6 aiutano a rafforzare le cellule nervose che aiutano a rafforzare la memoria.
  • Gli antiossidanti inibiscono l'ossidazione. Gli antiossidanti rimuovono gli agenti ossidanti dannosi negli organismi viventi.

Mancanza di cibo per la mente e suoi effetti sul cervello

Ho discusso dei grandi impatti del consumo di cibo per il cervello sul cervello. La mancanza di cibo per la mente avrà un impatto inverso. La mancanza di cibo per il cervello può causare memoria, cognitivo, squilibrio di zucchero nel sangue, annebbiamento del cervello, carenze di nutrienti e disturbi dell'umore.

La serotonina, il neurotrasmettitore che regola il sonno, l'appetito e l'umore, viene prodotta nel tratto gastrointestinale (il tratto digestivo che prende il cibo, digerisce, estrae e assorbe l'energia e i nutrienti dal consumo di cibo).

In poche parole, un corretto cibo per la mente è essenziale per la tua salute quotidiana. Il cibo per la mente è essenziale per un tratto digestivo sano che è necessario per livelli sani di serotonina. Livelli sani di serotonina sono essenziali per un sonno, un appetito e un umore sani.

Altre difficoltà fisiche possono derivare dalla mancanza di alimenti per il cervello: pressione sanguigna, maggiore acutezza e irritabilità per citarne alcuni.

Il cibo per la mente è essenziale per la nostra vita perché alimenta la macchina che ci fa andare avanti. La mancanza di cibo per la mente significa mancanza di cure adeguate per noi stessi.

Quali alimenti danneggiano il cervello?

Non è un segreto che alcuni tipi di alimenti ci fanno male in diversi modi. Il consumo di cibo per il cervello sano può essere considerato e gestito proprio come il consumo di cibo per dimagrire. Ci sono alcuni alimenti che nutrono il tuo intero essere per la salute generale e molti da cui dovresti stare alla larga in quantità elevate perché hanno un impatto negativo su tutto il tuo essere, eccone alcuni:

  • Cibi e bevande zuccherati: livelli più alti di zucchero nel sangue possono aumentare il rischio di demenza.
  • Grassi trans e saturi: questo è noto per il peso; tuttavia, collegati al cervello, studi osservazionali hanno trovato un'associazione tra l'assunzione di grassi saturi e il rischio di malattia di Alzheimer.
  • Carboidrati raffinati - questo include anche lo zucchero. Tieni presente che i carboidrati raffinati si trasformano in zucchero. Ciò significa che si trasformano in alimenti ad alto indice glicemico. È stato scoperto che gli alimenti ad alto contenuto di GL (carico glicemico) compromettono la funzione cerebrale.
  • Aspartame - "ma mi è stato detto che è un dolcificante, un sostituto dello zucchero e migliore del consumo di zucchero". L'aspartame è usato come sostituto dello zucchero soprattutto per la perdita di peso perché ha 0 calorie. Può essere efficace per la perdita di peso; tuttavia, è un alimento che può essere dannoso per il cervello. L'aspartame è un prodotto composto da fenilalanina, metanolo e acido aspartico. [2]
  • Fenilalanina– può attraversare la barriera emato-encefalica e potrebbe interrompere la produzione di neurotrasmettitori-serotonina. [3]
  • Metanolo– può causare acidosi metabolica causando disturbi del sistema nervoso centrale. [4]
  • Alimenti trasformati: generalmente gli alimenti che si trovano nel mezzo del negozio di alimentari, questi alimenti tendono ad essere ricchi di grassi, zucchero e sale. Non solo questi alimenti causano aumento di peso, ma questo aumento è dannoso per il cervello.

Uno studio su 243 persone ha scoperto che un aumento del grasso intorno agli organi, o grasso viscerale, è associato a danni al tessuto cerebrale. [5] [6]

9 cibi sani per potenziare la tua capacità cerebrale

1. Avocado

Questi fantastici cerchi / ovali verdi di gioia sono ricchi di sostanze nutritive! Se ti piace il guacamole, allora ti piacciono gli avocado! L'avocado è un frutto composto da carboidrati sani, grassi e vitamine:

  • La vitamina K– sintetizza alcune proteine ​​che sono prerequisiti per la coagulazione del sangue.
  • Folato - una delle vitamine B necessarie per produrre globuli rossi e bianchi nel midollo osseo, convertire i carboidrati in energia e produrre DNA.
  • La vitamina C - non può essere prodotta dall'organismo, quindi la consapevolezza del consumo è essenziale. La vitamina C è un antiossidante necessario per rafforzare le difese naturali del corpo, noto anche come sistema immunitario.
  • Potassio - un minerale ed elettrolita che produce impulsi elettrici in tutto il corpo e aiuta con: pressione sanguigna, contrazioni muscolari, impulsi nervosi, digestione e ritmo cardiaco.
  • Vitamina B5– essenziale per la produzione di energia e la scomposizione di grassi e carboidrati.
  • Vitamina B6– necessaria per il normale sviluppo del cervello e per mantenere in salute il sistema nervoso e immunitario.
  • La vitamina E: dissolve il grasso e supporta la vista, la riproduzione e la salute di sangue, cervello e pelle.

2. Noci

Comprensibilmente, chi soffre di allergie alle noci non può consumare noci.

Per coloro che possono, le noci offrono incredibili benefici, come avere il doppio di antiossidanti rispetto a mandorle e arachidi. Queste piccole noci sono ricche di DHA (omega), proteine ​​e minerali.

3. Spinaci

Uno studio condotto dalla Rush University ha dimostrato che le persone che 1-2 porzioni di verdure, come gli spinaci, per 5 anni, avevano le capacità cognitive di qualcuno di 11 anni più giovane.

Gli spinaci sono ricchi di vitamina K, acido folico, beta carotene (un antiossidante) e luteina (un antiossidante).

4. Cioccolato fondente

Questa è una vittoria. cioccolato per il cibo per la mente!

Il cioccolato ha alti livelli di flavanoli. Il dottor Bret S. Stetka, MD, afferma quanto segue sui flavanoli:

"Questi abbondanti composti vegetali fenolici hanno spiccate proprietà antiossidanti e antinfiammatorie e si ritiene che siano responsabili di gran parte dei benefici per la salute attribuiti al consumo di cioccolato".

Studi come lo studio Swedish Mammography Cohort hanno trovato i seguenti risultati:

Ridotto l'aumento del consumo di cioccolato di 50 g a settimana

  • Rischio di infarto cerebrale del 12%
  • Rischio di ictus emorragico del 27%
  • Rischio totale di ictus del 14%

5. Tè verde

Il tè verde è noto per essere una potente bevanda antiossidante che aiuta a migliorare la funzione cerebrale, contribuisce alla perdita di grasso e riduce il rischio di cancro.

Inoltre, caricato con L-teanina (un amminoacido), aumenta la dopamina.

6. Kale

Kale ha così tanto di ciò di cui abbiamo bisogno in un gruppo. Ricco di ferro, acido folico, vitamina B6 e proteine, ha tutto ciò di cui il cervello ha bisogno per produrre serotonina e dopamina.

7. Pomodori

I pomodori sono ricchi di antiossidanti; tuttavia, hanno un vantaggio aggiuntivo: il licopene. Il licopene regola i geni nel cervello che influenzano l'infiammazione e contribuiscono alla crescita del cervello.

8. Salvia