Ti senti come un fallimento? 10 semplici cose per aiutarti a rialzarti

Autore, relatore e consulente di salute mentale su Skype / telefono Salute mentale e auto-aiuto Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

L'idea di sentirci come un fallimento ci afferra al nostro posto interno più vulnerabile: il nostro senso interiore di autostima e amore per noi stessi. Sebbene intuitivamente sappiamo che quando raggiungiamo il livello elevato, ci viene garantito un certo grado di fallimento, quando falliamo, quella conoscenza offre poca o nessuna consolazione.

Quando falliamo in qualcosa, troppo spesso pensiamo globalmente piuttosto che in termini temporanei. Pensiamo che non solo abbiamo fallito, ma che siamo fallimenti. I sentimenti di indegnità ci trascinano verso il basso, portando a passi falsi e battute d'arresto, definendoci piuttosto che limitarsi a offrire feedback e istruirci con informazioni utili in futuro.

La buona notizia è che possiamo basarci sui nostri fallimenti sulla strada del successo.

Anche se sappiamo che il fallimento è superabile, non cambia il modo in cui ci sentiamo riguardo a noi stessi quando lo sperimentiamo. Il fallimento può mettere a dura prova la nostra autostima e i sentimenti di amor proprio, riducendo il nostro senso di ottimismo per il nostro futuro.

Allora come possiamo sentirci meglio con noi stessi? Di seguito sono riportati 10 atti di amor proprio da provare quando ti senti un fallimento.

1. Perdona te stesso

La capacità di perdonare è forse il regalo più grande che possiamo fare a noi stessi per aiutarci a riprenderci dai nostri rimpianti e dai passi falsi.

Invece di picchiarti per non sapere cosa è così ovvio ora, considera te stesso come un work in progress e concediti il ​​dono del perdono. Non puoi vedere nel futuro, quindi non puoi pianificare ogni passo alla perfezione. Concediti una pausa e lascia spazio agli errori.

Prova una meditazione sulla gentilezza amorevole per prepararti al perdono. Questo aprirà il tuo cuore alla possibilità di accettare i tuoi errori.

2. Pratica l'auto-compassione

L'autocompassione [1] è forse l'elemento più importante dell'autostima e della resilienza. Si pensava che il raggiungimento e il successo, superare la norma, fossero la strada per l'alta autostima.

Tuttavia, quella strada verso l'autostima è troppo condizionale e assicura che chiunque sia al di sotto della norma o al di sotto della norma non è così degno o speciale. L'autocompassione dà a tutte le persone, sia persone con risultati elevati che con risultati inferiori, la certezza di essere comunque degni di amore, senza condizioni.

3. Smetti di giudicarti

Sospendere le etichette che ti metti è un atto di amor proprio. Invece di definirti "un fallimento", sii più specifico e meno globale [2].

Sentirsi come un fallimento non deve definire te e il tuo valore. Cambia il tuo dialogo interiore da "Sono un fallimento" a "Non sono riuscito a far funzionare le cose questa volta" o "Ho commesso degli errori e userò questa esperienza come trampolino di lancio per il futuro". Assegna un'etichetta all'esperienza per quello che è invece di etichettarti sulla base di un errore.

4. Trasforma i tuoi fallimenti in obiettivi

Invece di dire "Ho fallito nel mio matrimonio", puoi dire "Ho avuto problemi a comunicare nel mio matrimonio e sto imparando a comunicare meglio ora".

La prima affermazione è ancorata al passato che non può essere modificato, mentre la seconda ha un occhio al futuro e dà più potere a ciò che puoi fare ora. Se riesci a identificare cosa ha causato i tuoi fallimenti passati, puoi lavorare per sviluppare obiettivi basati su tali mancanze.

5. Datevi un abbraccio

Invece di lasciare che il tuo critico interiore abbia il pieno controllo, che ne dici di abbracciarti?

La scienza ha suggerito che abbracciare aumenta la produzione di ossitocina, uno degli ormoni del benessere, che può anche aiutare a ridurre lo stress e la depressione [3].

A volte tutti abbiamo bisogno di abbracci, specialmente da noi stessi! Se ti sembra troppo, concediti un abbraccio mentale scrivendo cinque cose che ti piacciono o che ami di te stesso. Questo ti darà lo stesso senso di calore e accettazione.

6. Immagina di essere un bambino piccolo

Tieni presente che nessuno considera i bambini inutili o indegni di amore o felicità. E la verità è che possediamo lo stesso valore che avevamo quando siamo nati.

A volte abbiamo bisogno di guardare dietro le cicatrici e le ferite per vedere che preziosità e valore innato sono ancora dentro di noi.

Anche pensare a te stesso da bambino può farti cambiare idea e permetterti di offrire più perdono. Cerca di capire che sei ancora come quel bambino, che cresce man mano che ti muovi nella vita.

7. Cambia la tua mentalità da vittima a Victor

Quando ti senti un fallimento, ti vedi come una vittima del passato invece di concentrarti sulla tua resilienza e capacità di tornare indietro.

Dopo tutto, non è quante volte siamo abbattuti e falliamo che conta. Ciò che conta davvero è quante volte ci rialziamo e ci riproviamo, ogni volta un po 'più saggi. Cerca di lasciarti alle spalle la mentalità della vittima [4] e considerarti un vincitore dopo aver superato i fallimenti per passare a qualcosa di più grande e migliore.

8. Diventa più consapevole

La consapevolezza non riguarda solo la meditazione o il respiro profondo e silenzioso in isolamento. Piuttosto, è rimanere pienamente nel presente nella nostra vita quotidiana con consapevolezza non giudicante in qualunque cosa tu faccia.

Quando sei consapevole, rimani radicato nel presente invece di guardare indietro ai tuoi passi falsi passati o sentirti ansioso per il futuro. Come si suol dire, "Oggi è un dono, ed è per questo che lo chiamano presente".

9. Calmati con una scatola calmante

A volte abbiamo bisogno di qualcosa di tangibile che ci tranquillizzi quando ci sentiamo un fallimento. Come terapista, a volte chiedevo ai miei clienti di creare una scatola auto-calmante per aiutarli a far fronte ai momenti di stress.

L'uso di oggetti reali che servono a distrarre e calmarsi può fornire pietre di paragone rilassanti.

Un diario, una palla antistress o una pietra levigata per ricordarti la tua autostima sono tutti esempi di cose che possono essere riposte in una scatola calmante e utilizzate per calmarti quando ti senti giù.

10. Connettiti con altri

Quando le persone si sentono un fallito, troppo spesso si isolano, chiudendosi invece di aprirsi agli altri, ma questo è un modo veloce per danneggiare la tua salute mentale.

Cercare supporto sociale è una delle migliori scelte che puoi fare quando ti senti un fallimento. Ottenere la prospettiva di un'altra persona ti aiuterà a fermare la visione a tunnel che distorce la tua visione di sé.

Chiedere aiuto e avere il coraggio di aprirti invece di chiuderti non solo aprirà la strada per evitare la solitudine, ma approfondirà anche i tuoi legami con gli altri.

Questo breve TED Talk con Robert Reffkin offre alcuni suggerimenti su come creare connessioni più forti per migliorare la tua vita:

Considerazioni finali

Questi 10 suggerimenti per smettere di sentirsi come un fallimento serviranno da trampolino di lancio per una vita piena e resiliente. Invece di concentrarti sul fallimento che deriva dall'inadempienza, sii orgoglioso di aver osato perseguire i tuoi sogni con coraggio ed entusiasmo.

Dobbiamo smettere di pensare in modo globale o tutto o niente, in modo che i nostri errori e i nostri fallimenti diventino trampolini di lancio per il successo piuttosto che macine intorno al nostro collo.

Usa gli errori per aiutarti ad avvicinarti sempre di più al successo.

Altri suggerimenti per quando ti senti come un fallimento

  • 6 motivi per cui va bene fallire
  • Perché hai paura del fallimento (e come conquistarlo passo dopo passo)
  • Perché il fallimento può portarti un passo avanti verso il successo

Riferimento

[1] ^ Journal of Research in Personality: Auto-compassione e funzionamento psicologico adattivo [2] ^ Reach Out: 3 modi per parlare di te stesso [3] ^ SCL Health: The Power of Hugs and How they Infect our Daily Salute [4] ^ 7 Mindsets: 7 potenti modi per superare la mentalità della vittima

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Leggi avanti

Altro di questo autore

Judith Belmont

Autore, relatore e coach / consulente di salute mentale su Skype / telefono per la salute mentale e l'autoaiuto

Tendenza nella motivazione

Altro di questo autore

Judith Belmont

Autore, relatore e coach / consulente di salute mentale su Skype / telefono per la salute mentale e l'autoaiuto

Tendenza nella motivazione

Leggi avanti

15 semplici cose che puoi fare per aumentare la tua motivazione quotidiana
5 modi per risolvere una brutta giornata di lavoro
Ti senti come un fallimento? 10 semplici cose per aiutarti a rialzarti
30 routine rinfrescanti per aumentare la motivazione mattutina

Ultimo aggiornamento il 18 dicembre 2020

In che modo viaggiare può migliorare drasticamente le tue capacità interpersonali

Vagabondo itinerante, scrittore e appassionato di cibo vegetale. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Intrinsecamente, il viaggiatore esperto funge anche da farfalla sociale. Possono avviare una conversazione per capriccio e in qualche modo riescono a trovare un terreno comune con persone di ogni estrazione sociale.

Viaggiare da solo può aprirci e arricchire incredibilmente gli occhi, ma ci fornirà anche le abilità necessarie per avere successo. La comunicazione e le abilità interpersonali sono attributi che possono essere appresi e affinati. Queste abilità sono applicabili nella vita di tutti i giorni e possono essere tradotte in ambienti professionali.

Siamo intrinsecamente chiusi

Per la mia prima esperienza di viaggio solitario, ero appena arrivato a San Francisco per uno stage. Si è verificato un problema con il nostro treno e abbiamo dovuto passare a un nuovo treno al binario successivo. Un signore che aveva tenuto una conversazione educata ha deciso che ora era la sua missione aiutarmi a spostare le mie cose sul treno successivo.

Nonostante le buone intenzioni, ero sgomento. Non ero abituato alla gentilezza degli estranei, anzi pensavo che stesse cercando di derubarmi o peggio. La gentilezza è in qualche modo regionale. E crescendo nella zona di Tristate, ero stato condizionato ad essere estremamente scettico. L'interazione con estranei sembrava incredibilmente tabù.

È vergognoso ammetterlo, ma le abilità sociali sono cadute nel dimenticatoio. Ci siamo dimenticati di come parlarci. L'idea di avviare una conversazione con uno sconosciuto è al limite del terrificante. Ma ancora più terrificante, la mancanza di una comunicazione efficace porterà alla fine a una vita solitaria.

Mantenere viva la passione

Una volta un uomo molto saggio ha detto che prima di impegnarsi completamente con qualcuno, portalo in viaggio. Quest'uomo saggio è Bill Murray e dice la verità. Viaggiare può essere un periodo molto vulnerabile per molte volte, spesso può tirare fuori il peggio dalle persone.

Ma se sei in grado di superare gli inevitabili ostacoli che sorgeranno durante il tuo viaggio, è stato dimostrato che viaggiare rafforza le relazioni. [1] Offre a te stesso e al tuo partner l'opportunità di condividere un obiettivo comune.

Il semplice fatto di trovarsi in un ambiente diverso [2], libero da tutti i tuoi obblighi quotidiani che tendono a intralciarti, aiuterà a riaccendere il romanticismo e l'intimità. Darà a entrambi la possibilità di rivisitare alcune questioni che normalmente darebbero inizio a una discussione, in un ambiente romantico e sicuro.

Le coppie che viaggiano regolarmente insieme hanno riferito di avere una comunicazione più efficace tra loro rispetto a quelle che non lo fanno. [3]

Non vedrai mai il mondo allo stesso modo

La più grande epifania che si possa vivere mentre si immergono nello stile di vita dei viaggi è la consapevolezza che non tutti pensano come te. Non tutti vivono nello stesso modo in cui lo fai tu. Culture diverse ospitano filosofie e priorità diverse.

Respira, rilassati e divertiti

Crescendo in un luogo in cui i risultati sono attesi istantaneamente, non mi piaceva l'idea di aspettare. Voglio dire, qual è il problema? Ho effettuato l'ordine e lo voglio adesso. Chiaramente l'impazienza era spalmata su tutto il viso. Il server che ha preso il mio ordine mi ha chiesto in modo così innocente: "Perché sembri arrabbiato? Hai qualche momento in più per goderti la vita prima di ricevere il cibo. " Aveva così ragione. Perché mi stavo arrabbiando? Non avevo nessun posto dove essere. Così ho seguito il suo consiglio. Inspirai profondamente, assorbendo tutta la bellezza che mi circondava.