Sette città meno percorse da visitare in Europa

Eva è una professoressa universitaria e un'ingegnere strutturale professionista. Scrive sul raggiungimento dell'eccellenza e del successo nella vita su Lifehack. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Roma, Parigi, Londra: queste sono tra le tappe tipiche di ogni viaggiatore che viene a visitare l'Europa. Se stai cercando i grandi musei e le principali attrazioni, questi luoghi da non perdere sono davvero la tua prima scelta. Ma se il tuo obiettivo è diverso, se ti sforzi di annusare il vero fascino del Vecchio Mondo lontano dalle masse di turisti e in compagnia della gente del posto, potresti provare un approccio diverso.

Poiché parti dell'Europa sono state distrutte durante le guerre e la popolazione è esplosa nei decenni successivi, puoi imbatterti in brutte città e quartieri che semplicemente consistono in nient'altro che midrise di cemento e negozi di alimentari. Tuttavia, scendendo dal treno o dall'autobus nella città giusta, potresti trovare una perla tranquilla e meno frequentata che aspetta la tua attenzione.

1. Epernay, Francia

Allontanati da Parigi e vai nella regione dello Champagne per concederti più liquido frizzante che puoi contenere. Epernay o Reims sarebbero in genere la tua prima scelta quando si tratta di visitare le case di champagne, ma quando sei nel quartiere, fermati a Vitry-Le-Francois. In estate, le loro fiere gastronomiche possono essere in pieno svolgimento e potresti essere in grado di aggiudicarti bottiglie di champagne per soli due buoni pasto e unirti alla gente del posto.

2. Aarhus, Danimarca

La città universitaria di Aarhus, la seconda città più grande della Danimarca, potrebbe non avere tutte le attrazioni e le meraviglie di Copenaghen, ma ti offre una buona panoramica della penisola dello Jutland (il resto della Danimarca è costituito da isole).

Prendi una bicicletta, fai un giro in questa incantevole città, trascorri il pomeriggio in uno dei tanti caffè mentre ti godi i panini danesi e poi goditi una cena tipica mentre sorseggi un Tuborg o Carlsberg. I danesi fanno sicuramente sembrare la vita facile.

3. Girona, Spagna

A solo un'ora da Barcellona si trova una delle principali città della Catalogna. Con la sua cattedrale, le fortificazioni e le bellissime case dipinte nei toni del rosso e dell'ocra lungo il fiume Onyar (Cases de l'Onyar), Girona combina l'operosità catalana con il fascino mediterraneo. Girona è una perfetta gita di un giorno da Barcellona o dalla Costa Brava, ma può anche essere un'ottima località da cui esplorare la Catalogna e la Costa Brava nella loro interezza.

4. Lier, Belgio

A soli 15 minuti di treno da Anversa e 30 minuti da Bruxelles, questa minuscola città storica combina un beghinaggio del patrimonio mondiale dell'Unesco (che ha ancora abitanti, a differenza del beghinaggio museumizzato di Bruges), le meravigliose opere dell'orologiaio Zimmer (incluso lo Zimmer torre e l'orologio delle meraviglie), strade di ciottoli, cucina deliziosa e boutique di moda indipendenti.

Esplora i luoghi d'interesse, percorri la cintura verde intorno alla città (de vesten), goditi un concerto gratuito in una sera d'estate, scopri le rive del fiume Nete e poi stabilisciti sulla Zimmerplein per bere una birra belga e divertirti una bistecca con patatine fritte (alla Brasserie Louis, per esempio): scopri l'atteggiamento borgognone che aleggia ancora in Belgio.