Stai commettendo questo grave errore nella lista delle cose da fare?

Cody è un blogger di miglioramento personale presso Academy Success, il luogo in cui apprendere abilità di vita che non impari a scuola. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Le probabilità sono che se stai leggendo questo post, probabilmente utilizzi una sorta di sistema quotidiano di elenchi di cose da fare nella tua vita, giusto? La domanda è:

Stai utilizzando quel sistema al massimo delle sue potenzialità? Stai facendo tutto quello che c'è in quella lista ogni giorno?

Se sei come molte persone, usi un elenco di cose da fare quotidianamente e potresti persino controllare alcune cose ogni giorno, ma potresti commettere un errore commesso da molte persone che causa un problema ENORME non solo in termini di produttività, ma anche nel modo fondamentale in cui organizzi i tuoi pensieri.

Non sentirti male. È un errore comune e sono qui per aiutarti a risolverlo.

Stai commettendo questo grave errore nella lista delle cose da fare quotidiane?

Considera per un momento questa domanda:

Che cosa contiene la tua lista di cose da fare quotidiane?

È sufficientemente suddiviso in attività e attività gestibili? Riesci realisticamente a completare queste attività in un massimo di un paio d'ore ciascuna?

In caso contrario, non stai utilizzando questo sistema al massimo delle sue potenzialità.

Come costruire un corretto elenco giornaliero di cose da fare

Un elenco di cose da fare ogni giorno dovrebbe essere composto da piccole attività che non richiedono più di un paio d'ore al massimo per essere completate. Altrimenti, non hanno posto qui.

È qui che molte persone sbagliano. Usano elenchi di cose da fare quotidianamente come promemoria delle cose su cui devono lavorare, ma il loro uso degli elenchi finisce qui. Non riescono mai a separare i grandi progetti nelle loro liste dai piccoli compiti che devono portare a termine in primo luogo.

Il risultato è spesso un importante obiettivo a breve termine ed è un motivo importante per cui molte persone in questo mondo non riescono a pensare in modo proattivo. Pensano un giorno alla volta e mai un passo avanti.

Vedi, non separando i tuoi obiettivi e progetti a lungo termine in altre forme di documentazione sulla produttività, l'unico elenco che avrai mai è il tuo elenco giornaliero, che a questo punto è solo un promemoria delle cose su cui lavorare. Non viene utilizzato in modo produttivo per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.

I tuoi elenchi di produttività a lungo termine

Vedi, molte persone non si rendono conto che esistono più tipi di elenchi oltre a un semplice elenco giornaliero che puoi utilizzare per migliorare la tua produttività. E non solo miglioreranno la tua produttività permettendoti di mantenere la tua lista di cose da fare più pulita, ma ti permetteranno anche di essere un pensatore molto più a lungo termine e ti permetteranno di prendere il controllo della tua giornata piuttosto che lasciare che sia la tua giornata a controllarti.

Considera questa struttura di elenchi per organizzare la tua produttività, piuttosto che il tipico approccio "solo elenco giornaliero" utilizzato dalla maggior parte delle persone:

L'elenco degli obiettivi principali

Utilizza un elenco degli obiettivi principali come elenco a lungo termine di 90-180 giorni per pianificare ciò che desideri ottenere in questo lasso di tempo. Cosa vuoi ottenere nei prossimi 3-6 mesi? Quali sono le cose che avranno un enorme impatto sul tuo lavoro o sulla tua vita?

Questi sono gli elementi che dovrebbero essere inseriti nell'elenco degli obiettivi principali. Questo è il "Cosa" e il "Quando" di ciò che vuoi ottenere.

L'elenco settimanale dei progetti

Utilizza un elenco di progetti settimanali come suddivisione degli elementi nell'elenco degli obiettivi principali. Anche questi elementi hanno un focus sul progetto, ma sono suddivisi in sottoinsiemi più piccoli degli elementi grandi nell'elenco degli obiettivi principali. Questo ti consente di vedere su cosa devi lavorare di settimana in settimana per raggiungere i tuoi obiettivi e ti permetterà di iniziare a vedere come può essere organizzato il tuo programma giornaliero.

Il tuo elenco giornaliero di cose da fare

Quindi, infine, utilizza il tuo elenco di cose da fare giornaliero per suddividere l'elenco dei progetti settimanali in piccole attività che puoi svolgere in un paio d'ore ciascuna. Queste attività vengono filtrate dagli altri due elenchi per consentirti di completare ogni progetto che desideri realizzare. Pensa a questo elenco come al "Come" di ciò che vuoi ottenere.

Il risultato?

Potrebbe sembrare un po 'strano mantenere tre elenchi, ma guarda cosa succede come risultato.

All'improvviso, con la creazione dei tuoi elenchi a lungo termine, il tuo elenco giornaliero inizia a significare qualcosa. Diventa libero da progetti a lungo termine e includi solo le piccole attività che devi svolgere ogni giorno per consentirti di completare i tuoi progetti. Inizierai ogni giorno cancellando tutto il tuo elenco giornaliero. Quindi li collegherai al completamento dei tuoi progetti e, infine, ai tuoi obiettivi finali a lungo termine.

Il risultato è che la tua lista di cose da fare quotidianamente passa dall'essere solo una discarica di tutto ciò che devi fare, a essere un fattore chiave della tua produttività e del tuo successo.

E questo è l'obiettivo finale del "lifehacking": consentirti di fare le cose!

Altri suggerimenti per portare a termine le cose

  • 7 suggerimenti per una gestione efficace del tempo per massimizzare la produttività
  • 24 migliori app di elenchi di cose da fare per tenerti sulla buona strada per il prossimo anno
  • 50 modi per aumentare la produttività e ottenere di più in meno tempo
  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Leggi avanti

Altro di questo autore

Cody Wheeler

Cody è un blogger di auto-miglioramento presso Academy Success, il luogo in cui apprendere abilità di vita che non impari a scuola.

Tendenze in primo piano

Altro di questo autore

Cody Wheeler

Cody è un blogger di auto-miglioramento presso Academy Success, il luogo in cui apprendere abilità di vita che non impari a scuola.

Tendenze in primo piano

Leggi avanti

Come creare un elenco di cose da fare che aumenti notevolmente la tua produttività
Come concentrarsi meglio e aumentare la capacità di attenzione
10 modi per concentrarti quando sei stressato
Le 10 migliori app dell'elenco di attività per aumentare la produttività nel 2020

Ultimo aggiornamento il 18 dicembre 2020

Lo smartphone è il terrorista sul posto di lavoro

Chief of Product Management presso Lifehack Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Gli smartphone hanno lentamente preso il sopravvento su vari aspetti della nostra vita, tra cui la gestione di attività commerciali, transazioni monetarie e persino interazioni sociali. Le persone hanno investito troppo tempo ed energia in questi dispositivi, inclusi laptop e PC. Studi recenti hanno dimostrato che alcune persone considerano i loro smartphone più importanti rispetto ai loro amici intimi e alcuni anche se hanno un punteggio più alto rispetto ai loro genitori.

È noto che gli smartphone portano a depressione, ansia e persino stress. Inoltre, questi dispositivi potrebbero portare a cambiamenti comportamentali.

Questa lettura ti aiuterà a capire perché lo smartphone è estremamente pericoloso per i suoi utenti e come ridurre al minimo o impedire che si verifichino gli effetti di questo dispositivo.

Perché gli smartphone sono pericolosi?

La maggior parte delle persone è diventata schiava dei propri telefoni. Ciò avviene attraverso l'invenzione e l'uso di siti di social media come Instagram, Gmail, Twitter, Facebook e Pinterest, tra gli altri. Le prestazioni aumentano con l'aumentare della distanza tra un proprietario e il suo telefono.

Questo cambiamento comportamentale riduce il rendimento della concentrazione, rendendo così le persone poco performanti nella società. Ciò influisce notevolmente su tutti gli aspetti della vita di una persona, compreso il suo futuro pagamento del salario e persino la sua creatività. Riduci questo pericolo dedicandoti alle seguenti azioni:

  • Disattiva le notifiche ad eccezione di chiamate e messaggi
  • Limita l'uso del telefono per effettuare chiamate, inviare messaggi, scattare foto e registrare video.
  • Lascia tutte le chat di gruppo di WhatsApp irrilevanti
  • Usalo per costruire e far crescere il tuo marchio utilizzandolo per leggere libri, ascoltare audiolibri, ascoltare musica, guardare video di YouTube pertinenti e persino ascoltare podcast.

Il risultato di ridurre al minimo il pericolo

La riduzione dell'uso di smartphone porta al raggiungimento di obiettivi e visioni. Questo perché consente di risparmiare tempo e consente all'utente di concentrarsi su questioni e relazioni rilevanti. Aumenta la tua capacità di attenzione e ti aiuta a creare un ambiente che supporti il ​​tuo flusso creativo.

Sforzati di migliorare la tua vita allenandoti, riaccendendo vecchie relazioni, pensando a piani aziendali, trascorrendo più tempo con la tua famiglia o leggendo libri. Non è necessario massimizzare la produttività modificando l'intera routine. Analizza la tua routine e cambia o altera la cosa meno importante. Questo piccolo passaggio potrebbe essere la chiave per aumentare la tua produttività.

Massimizza il risultato della tua produttività

Una volta recuperata la produttività, approfittane massimizzando il suo potenziale. Usa il tuo tempo libero per formulare nuove idee e diventare più efficace ed efficiente. Pianifica la tua giornata e impara i punti di massima produttività. Questo ti aiuterà a stabilire il momento appropriato per lavorare o riposarti. Alcune persone sono più produttive durante il giorno, mentre altre prosperano di notte. Impara a evitare situazioni che ti inducono a ridurre la produttività aumentando il tempo che trascorri sul telefono. Ciò include quei professionisti del marketing che cercano di convincere altre persone che lavorare con il loro telefono è conveniente. La verità è che è conveniente per loro e non per l'utente di smartphone.