Stili di gestione dei conflitti per una comunicazione efficace sul lavoro

Un autore e formatore specializzato nell'aiutare imprenditori, celebrità e attivisti socialmente consapevoli. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Ovunque si trovino gli esseri umani, è inevitabile che ci sia conflitto. Indipendentemente dall'istituzione, che si tratti di un'organizzazione religiosa, una confraternita, un club, un luogo di lavoro o un gruppo di amici, possono verificarsi conflitti.

La buona notizia è che il conflitto è necessario per la crescita, lo sviluppo e il successo. La cattiva notizia è che al momento il conflitto raramente fa sentire bene.

Esistono diversi stili di gestione dei conflitti che consentono una comunicazione efficace al lavoro ea casa. Lo stile di gestione dei conflitti che è il tuo predefinito è probabilmente quello che hai imparato a casa o durante la crescita. La sfida è avere una sufficiente consapevolezza di sé per valutare efficacemente se il proprio stile di gestione dei conflitti individuale è produttivo.

Da molti anni di terapia e coaching esecutivo, ho imparato che ognuno di noi ha un bambino interiore, o una persona ombra sottosviluppata, e talvolta quel bambino interiore sperimenta conflitti con il bambino interiore degli altri.

Altre volte, abbiamo profonde differenze filosofiche sulla visione o sul percorso per l'esecuzione di una visione. Eppure, mi è stato insegnato che le persone entrano nelle nostre vite - sempre al lavoro, a casa o in un'organizzazione sociale - per insegnarci le aree in cui dobbiamo crescere. Pertanto, il conflitto è inevitabile.

Sommario

  1. 4 stili di gestione dei conflitti per una comunicazione efficace sul lavoro 1. Sii proattivo 2. Sii chiaro 3. Fai una richiesta 4. Capire quando adattarsi e quando scavare
  2. 3 potenti strategie di gestione dei conflitti
  3. Il risultato finale
  4. Altre risorse sulla comunicazione sul posto di lavoro

4 stili di gestione dei conflitti per una comunicazione efficace sul lavoro

Per una comunicazione efficace sul lavoro, consiglio i seguenti stili per gestire con successo i conflitti:

1. Sii proattivo

Nelle comunicazioni di crisi, spesso consiglio a clienti e colleghi che prima che una situazione si trasformi in una crisi vera e propria, ci sono spesso segnali di allarme. La mancata osservanza e il mancato rispetto delle bandiere rosse e dei segnali di pericolo porta a crisi.

Per affrontare adeguatamente i conflitti sul posto di lavoro, raccomando ai dirigenti e al personale di essere il più proattivi e preventivi possibile. Nel momento in cui hai la sensazione che qualcosa non funzioni, indaga.

In alternativa, se ritieni che un problema sia in agguato, affrontalo preventivamente. Cambia rotta. Scegli un percorso diverso. La cosa peggiore che puoi fare è fingere che un incendio non sia un fuoco o che una brace non abbia il potenziale di ingrandirsi se alimentata.

2. Sii chiaro

Abbiamo tutti sentito il feedback di inserire feedback negativi tra due positivi. Non sono sicuro di come mi sento riguardo a questa raccomandazione perché può creare confusione. Se c'è un conflitto sul posto di lavoro, descrivi il problema in modo amorevole ma diretto. Non aspettare fino al punto in cui sei frustrato, perché è controproducente. Ho commesso questo errore innumerevoli volte.

Preoccupato per i sentimenti delle altre persone, sono rimasto in silenzio solo per raggiungere un punto critico di frustrazione. Quando finalmente ho scaricato quello che stavo provando, è stato travolgente e, in alcuni casi, distruttivo. Se fossi stato disposto a dire la verità prima, avrei potuto offrirla in un modo costruttivo e utile.

Indica in modo specifico ciò che stai vivendo e l'impatto che ha su di te, sul team e sull'organizzazione. Non dovrebbe mai esserci confusione. Se lavori in un ambiente in cui essere diretto non è importante, dovrai valutare ciò che è più importante: essere in linea o essere efficaci.

3. Fai una richiesta

Quando si verificano conflitti sul lavoro, assicurati di fare una richiesta di comportamento specifica che vorresti vedere cambiata. Oltre a delineare in che modo le azioni di una persona potrebbero aver avuto un impatto su di te, aiutala citando una richiesta specifica di ciò che può fare in futuro.

Se le tue conversazioni iniziano e finiscono su ciò che una persona ha fatto di sbagliato, quell'individuo non avrà modo di migliorarlo e potrebbe finire per risentirti o evitarti se la persona non sa come cambiare.

Descrivi in ​​che modo le azioni dell'altra persona ti hanno influenzato e poi fai una richiesta corrispondente, ad esempio:

"Mi dà fastidio quando mi parli in questo modo e vorrei chiederti di non usare parolacce quando ci impegniamo l'uno con l'altro."

"Questo è un po 'imbarazzante, ma apprezzo il nostro rapporto di lavoro e mi piacerebbe condividere qualcosa con te. Ho notato che sei regolarmente in ritardo per le riunioni. Questo interrompe il mio programma e mi porta anche a credere che non apprezzi il nostro tempo insieme. Possiamo concordare che sarai puntuale per tutte le riunioni o che la nostra riunione venga annullata se il ritardo è superiore a 8-10 minuti? "

4. Capire quando adattarsi e quando scavare

La collega scrittrice di Lifehack.org, Margaret Olatunbosun, osserva che tra i molti stili di gestione dei conflitti ci sono l'evitamento, la sistemazione, il compromesso e la collaborazione.

L'evitamento è quando ti rifiuti di affrontare e affrontare una sfida. La sistemazione è quando cerchi di soddisfare i desideri e i desideri degli altri, anche escludendo le tue esigenze e preferenze. Il compromesso è quando ciascuna parte offre e accetta concessioni reciproche e la collaborazione si verifica quando entrambe le parti cercano un accordo vantaggioso per tutti contro uno vantaggioso a tutti i costi.

A seconda del conflitto in atto, sceglierai uno di questi stili di gestione dei conflitti. Se si verifica un errore etico o una situazione che implica abuso o molestia, non cercare di scendere a compromessi con la parte responsabile; invece, ti consigliamo di scavare sui talloni e intraprendere azioni correttive per garantire un ambiente di lavoro sicuro e di supporto.

Il punto è sviluppare la saggezza e l'acume per sapere quale strategia utilizzare in varie situazioni.

3 potenti strategie di gestione dei conflitti

Ora che hai compreso gli stili di gestione dei conflitti che supportano una comunicazione efficace, diamo un'occhiata ad alcune strategie che sosterranno il tuo sviluppo e crescita professionale.