Teorie sull'apprendimento efficace (e come trarne vantaggio)

Fondatore e CEO di Lifehack Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Non tutti gli esseri umani assorbono le informazioni allo stesso modo e alla stessa velocità. Metodi diversi funzionano per persone diverse. Questi diversi metodi e il modo in cui funzionano sono esattamente ciò che sono le teorie dell'apprendimento. Con una grande quantità di ricerche, gli educatori hanno dimostrato come ogni teoria dell'apprendimento sia unica ed efficace.

Una volta compreso il concetto di come funziona il tuo cervello, puoi iniziare a imparare in modo efficace in modo migliore. Questo non è vero solo per l'apprendimento accademico in quanto funziona allo stesso modo anche per le capacità di apprendimento e le informazioni generali.

Per capire quale teoria dell'apprendimento influisce sul tuo stile di apprendimento, continua a leggere!

Sommario

  1. Teorie di apprendimento efficaci Comportamentismo Teoria cognitivista Costruttivismo Apprendimento esperienziale
  2. La relazione tra stili di apprendimento e teorie di apprendimento Utilizzo di metodi di apprendimento che funzionano per te
  3. Gli stili di apprendimento possono cambiare
  4. Altri suggerimenti per l'apprendimento

Teorie di apprendimento efficaci

Educatori e psicologi hanno sviluppato varie teorie basate sulle diverse percezioni degli individui. Tuttavia, ce ne sono quattro in particolare che possono essere strettamente correlati all'apprendimento quotidiano.

Comportamentismo

La teoria dell'apprendimento comportamentista è stata introdotta da John Watson [1]. La sua scuola di pensiero crede che le persone imparino dalle interazioni. Ogni evento o informazione porta a una certa reazione.

Questo comportamento aiuta il cervello a conservare i dettagli. Alla fine, il modo in cui l'individuo si comporta è influenzato da ciò che è stato appreso. È un ciclo continuo.

Se leggessi qualcosa, non rimarrà nella tua mente a meno che le informazioni che hai letto non stimolino una reazione. Allo stesso modo, anche se fossi parte di uno scenario di vita reale, a meno che il cervello non emetta segnali reazionari, non si impara nulla da quella situazione.

L'ambiente gioca un ruolo enorme in questa teoria dell'apprendimento. Quando una persona nasce, il suo cervello è completamente vuoto. A poco a poco, i fattori ambientali riempiono il cervello di conoscenza. L'apprendimento è coerente con l'ambiente, quindi la stessa conoscenza potrebbe non essere appresa allo stesso modo in un ambiente diverso.

In parole più semplici, ambienti diversi portano a risultati di apprendimento e abilità differenti.

Tutti i comportamenti sono giustificati da ciò che il cervello già sa. Che l'interazione sia subconscia o meno, è direttamente collegata a ciò che l'individuo ha imparato. Quindi, tutto ciò che si apprende ha un effetto diretto sul comportamento.

Tutto sommato, il comportamento di qualsiasi persona cambia in base alla conoscenza che ha. Quindi, se stavi imparando a controllare la tua rabbia, questa teoria può essere utilizzata per aiutarti a controllare la tua indignazione alterando i tuoi processi mentali.

Teoria cognitivista

Gli psicologi dell'educazione Piaget e Tolman hanno originariamente derivato la teoria dell'apprendimento cognitivista. La loro teoria si basa sul concetto di memoria. Puoi capire questa teoria confrontando il cervello umano con un computer. La memoria di un computer conserverà e utilizzerà tutte le informazioni che inserisci in essa. Allo stesso modo, il cervello umano impara in base a ciò che viene ricordato dal cervello.

La teoria cognitivista afferma che il cervello prima riceve le informazioni, le comprende e poi reagisce ad esse. Pertanto, il processo di apprendimento viene eseguito prima che abbia luogo la reazione. Proprio come un computer, l'output finale è basato sulla memoria.

Inoltre, anche se non è coinvolta alcuna reazione, la persona impara e guadagna comunque qualcosa dalle informazioni.

Supponiamo che stessi imparando una nuova lingua. Dovrai memorizzare alcune parole e il loro significato. La tua memoria giocherà il ruolo principale in questo processo.

Questa teoria mette anche il singolo studente in carica. Senza dipendere da una fonte di apprendimento, lo studente è un partecipante attivo che comprende e riceve conoscenza. Se vuoi, allora, puoi iniziare a imparare una nuova lingua ogni giorno senza un insegnante se hai il materiale di partenza.

Costruttivismo

La teoria dell'apprendimento del costruttivismo è stata creata da Vygotsky. Si concentra sull'apprendimento percettivo.

Ecco cosa significa:

Ogni individuo ha una percezione unica basata sull'apprendimento che è stato fatto prima di un determinato evento. Tutto ciò che hai visto, sentito o sentito nella tua vita contribuisce al tuo punto di vista.

Questa percezione viene quindi utilizzata per imparare dall'undon che il cervello riceve. Fondamentalmente, Vygotsky credeva che ogni esperienza contribuisca a una sorta di apprendimento due volte: una volta quando l'evento si svolge effettivamente e poi a livello individuale.

Il concetto di costruttivismo è che lo studente costruisca informazioni basate su conoscenze precedenti. Nel complesso, questo crea un contesto significativo nella mente dello studente. Queste connessioni tra la vecchia conoscenza e le nuove informazioni portano a un metodo di apprendimento infallibile.

Secondo questa scuola di pensiero, imparare significa comprendere un'esperienza. Se non c'è comprensione dell'evento, non c'è apprendimento. Se non capisci il significato degli accordi, non potrai mai imparare a suonare la chitarra.

Questa teoria utilizza questo fenomeno per migliorare le capacità di apprendimento degli individui. Suggerisce che lo studente dovrebbe essere più coinvolto per rendere il processo di apprendimento più efficace.

Il costruttivismo incoraggia il lavoro collaborativo. Questa teoria dell'apprendimento enfatizza anche la risoluzione dei problemi. Tutto ciò porta a migliori capacità di pensiero, che a loro volta stimolano il processo di apprendimento.

Se stai imparando a dipingere, ad esempio, tutto ciò che disegnerai sarà il tuo riflesso unico. Questo è il motivo per cui due artisti non possono mai produrre la stessa opera, anche se utilizzano la stessa attrezzatura.

Apprendimento esperienziale

Come suggerisce il nome, questa teoria dell'apprendimento elabora l'apprendimento dalle esperienze. Questo è un concetto abbastanza simile al comportamentismo. Tuttavia, David Kolb, la persona che ha sviluppato la teoria dell'apprendimento esperienziale, ha suggerito un approccio diverso [2].

Questa teoria in realtà include parte di tutte le teorie sopra menzionate. È un mix di comportamento, cognizione, percezione ed esperienza. Questa teoria spiega che il processo di apprendimento inizia con un'esperienza. Potrebbe trattarsi di qualcosa come un evento che si verifica, un disegno, qualcosa che la persona ha scritto, ecc.

Il prossimo passo è che il cervello rifletta su questo. Questa riflessione può o meno provocare una reazione esterna. Alla fine, diventa parte della memoria. È qui che entrano in gioco la percezione e la cognizione.

Il modo in cui l'apprendimento esperienziale è diverso dal comportamentismo è molto semplice. Il comportamentismo parla dell'effetto del comportamento esterno sull'apprendimento e viceversa. L'apprendimento esperienziale, d'altra parte, si concentra su ciò che accade nella mente che si traduce in un comportamento esterno.

Secondo questa teoria, se sei un informatico che vuole imparare nuovi codici, puoi farlo nel modo migliore se usi un visual. Annota lo schema di codifica o, magari, guarda un video per avere un'immagine nella tua mente da cui puoi imparare.

La relazione tra stili di apprendimento e teorie di apprendimento

Questo è ciò che afferma ogni teoria dell'apprendimento. Ma che relazione c'è con il tuo apprendimento quotidiano?

Ogni essere umano ha uno stile di apprendimento specifico. Questo stile di apprendimento è direttamente coerente con tutte o alcune delle teorie di cui sopra. Queste teorie sono state effettivamente derivate dai vari stili di apprendimento.

  1. Visuale: questi studenti possono capire meglio con l'aiuto delle immagini.
  2. Aurale: tali individui imparano da fonti uditive.
  3. Verbale: l'uso delle parole nel parlato e nella scrittura è il metodo di apprendimento preferito.
  4. Fisico: queste persone devono usare il senso del tatto per afferrare le informazioni.
  5. Logico: questi studenti usano il ragionamento e hanno un metodo di apprendimento sistematico.
  6. Sociale: l'apprendimento è più efficace nei gruppi per queste persone.
  7. Solitario: a queste persone piace lavorare da solo.

Ciascuno di questi stili di apprendimento è direttamente correlato a una delle quattro teorie di apprendimento. Ad esempio, uno studente logico è un esempio dal vivo delle teorie cognitiviste dell'apprendimento. Se sei brillante nel definire il budget, c'è un'alta probabilità che tu abbia buone capacità di pensiero che ti aiutino a organizzare le informazioni nella tua mente.

Uno studente sociale utilizza la teoria del costruttivismo. Il lavoro collaborativo e la loro percezione personale li aiutano ad apprendere meglio. La farfalla sociale che è il perfetto rappresentante delle PR utilizza questa teoria e questo stile.

Gli studenti fisici reagiscono alle informazioni che apprendono. Questa è l'implementazione della teoria comportamentista. Senza muovere le mani o usare il senso del tatto in un modo o nell'altro, è difficile per queste persone conservare le informazioni nel loro cervello. Un praticante di karate dovrà esibirsi fisicamente per apprendere l'abilità. Non può essere memorizzato.

Per quanto riguarda l'apprendimento esperienziale, è uno stile prominente negli stili di apprendimento visivo e uditivo. Non c'è sempre una reazione, ma le informazioni visive o audio ricevute sono sufficienti per far funzionare le cellule cerebrali.

Utilizzo di metodi di apprendimento che funzionano per te

Se non utilizzi metodi di apprendimento che sono in linea con il tuo stile di apprendimento, troverai difficile digerire le informazioni. Invece, sperimenterai uno stress indesiderato, che finisce per influenzare la tua produttività e il tuo intelletto.

Ti starai chiedendo:

Con così tante teorie e stili di apprendimento, ce n'è uno giusto o sbagliato? Beh, non è così che funziona. Il cervello è un organo molto complesso che funziona in modo diverso per tutti. Questo è il motivo per cui anche l'assorbimento delle informazioni è diverso per tutti.

Esistono numerose parti del cervello che svolgono compiti completamente diversi. Il lobo destro, ad esempio, è responsabile della musica e dell'audio. Il lobo frontale si occupa delle parole. Allo stesso modo, il lobo temporale si occupa delle attività sociali.

Non tutte queste parti del cervello funzionano allo stesso ritmo in ogni essere umano. Per alcune persone, il lobo frontale è molto più veloce del resto. In altri casi, un'altra parte è più dominante.

Il cervello di tutti è più bravo in cose diverse. Se un essere umano può capire molto bene la musica, un altro è più competente in termini di logica. Pertanto, questo influisce sul processo di apprendimento, motivo per cui ognuno finisce con uno stile di apprendimento diverso.

Per questo motivo, gli psicologi dell'educazione hanno presentato così tanti stili e teorie di apprendimento differenti poiché la capacità di apprendimento degli individui tende a variare. Questo è anche il motivo per cui tutte le teorie sono diverse, nonostante abbiano alcune somiglianze.

Per quanto riguarda il tuo caso esatto, solo tu puoi capire quale teoria dell'apprendimento si applica. Allo stesso modo, devi anche capire il tuo stile di apprendimento da solo. Puoi farlo con un rapido test di valutazione dello stile. Una volta che sei consapevole del metodo preferito dal tuo cervello, puoi utilizzare questa conoscenza per migliorare le tue capacità di apprendimento quotidiano.

Gli stili di apprendimento possono cambiare

Ecco il punto:

Potresti aver svolto attività per tutta la vita con l'aiuto dell'apprendimento visivo. Oppure potresti aver avuto un'ottima memoria. Ciò, tuttavia, non garantisce che il tuo stile di apprendimento sia lo stesso di quando sei entrato nella tua vita professionale.

Gli stili di apprendimento possono cambiare e questo viene fornito con il requisito di un cambiamento necessario nei tuoi metodi. Se una volta fossi stato uno studente sociale, il lavoro di squadra avrebbe aumentato la tua motivazione a un livello completamente nuovo. Invece di cantare da solo, la tua performance sarebbe migliore in una band.

Tuttavia, se nel corso degli anni il tuo stile fosse cambiato in solitario e non avessi cambiato i tuoi metodi, avresti solo rallentato te stesso. Le prestazioni della band non saranno più abbastanza buone perché il tuo cervello non sarà in grado di permetterti di esercitarti bene durante le sessioni di gruppo.

Fondamentalmente, il cervello si adatta con il tempo.