Ritorno alle origini: progetti

Una delle cose che è così difficile da comprendere delle "azioni successive" o delle "attività" è che si tratta di singole azioni: compra qualcosa, chiama qualcuno, vai da qualche parte, cerca qualcosa. Di per sé, non hanno alcun obiettivo finale se non il loro completamento immediato.

Le persone non pensano in questo modo, per la maggior parte, ed è la sfida degli esperti di produttività come David Allen o Stephen Covey guidare i propri studenti a farlo. La prima cosa che uno studente di produttività appena arrivato vuole inserire nella sua lista è "scrivere un romanzo" o "scrivere una proposta di sovvenzione" o "acquisire Acme Co." o "fare causa a Google" o "salvare il matrimonio": grandi, enormi imprese che non possono essere semplicemente "compiute". Hai bisogno di un piano, hai bisogno di risorse a cui probabilmente non hai accesso immediato, hai bisogno di coordinamento con altre persone e hai bisogno di tempo.

Queste grandi imprese sono progetti - "pacchetti" di azioni dedicate al raggiungimento di un obiettivo. Nel gergo di GTD, un progetto è tutto ciò che richiede più di un'azione per essere realizzato. Non sono un grande fan di questa definizione, perché non dà alcun senso di dove dividere il flusso di movimento e il tempo in "azioni" discrete. Su scala sufficientemente piccola, tutto richiede più di un'azione per essere eseguito: per lavarmi i denti, devo bagnare lo spazzolino da denti, applicare il dentifricio allo spazzolino, aprire la bocca, spazzolare la parte posteriore del molare più arretrato, quindi spazzolare il retro di quello di fronte, e avanti e indietro attraverso i premolari e gli incisivi e le parti superiori e anteriori e le gengive e ...

Ma lavarmi i denti non è un progetto. Né sta affilando una matita, o andando al lavoro, o chiamando la compagnia elettrica con una domanda sul mio conto. Il buon senso me lo dice.

Qual è, allora, la caratteristica distintiva di un progetto? Per me, un progetto non riguarda il numero di azioni ma il risultato di quelle azioni. Un progetto è un insieme di azioni che hanno lo scopo di provocare una trasformazione nella mia vita. Lavarmi i denti è un cambiamento (sporco da pulire) ma non è una trasformazione della vita.

Scrivere un libro è una trasformazione della vita: diventi un autore. Salvare il tuo matrimonio è una trasformazione della vita. Costruire un'azienda è una trasformazione della vita.

Ma la trasformazione non deve essere così drastica. Un progetto può essere parte della più grande trasformazione della tua vita - scrivere quella proposta di sovvenzione in modo da poter lanciare quel programma sociale in modo da poter costruire il profilo della comunità della tua organizzazione in modo da poter costruire la tua carriera - quelle sono tutte piccole trasformazioni dirette alla grande trasformazione di diventare un filantropo (o forse diventare il presidente della tua azienda).

Anche quelle piccole trasformazioni ci cambiano, però: ci muovono in modo significativo verso gli obiettivi della vita e nessuno, tranne le persone più superficiali, raggiunge gli obiettivi della vita senza cambiare lungo la strada.

Roba pesante per un progetto, sì? Ma penso che questa visione interna sia importante, perché da essa scaturisce la motivazione per continuare a collegarsi a qualcosa per giorni, settimane, mesi o anni. Visto in questo modo, i progetti diventano meno un modo per organizzare le nostre attività - cosa su cui i guru della produttività comunque disapprovano - e più un modo per strutturare le nostre vite.

Su una nota pratica

Naturalmente, i progetti sono anche un modo per organizzare i nostri file. A differenza di un elenco di cose da fare o di elenchi di attività contestuali, a cui si intende fare riferimento costantemente, è necessario fare riferimento ai file di progetto solo quando si lavora attivamente su quel progetto. Il tuo elenco di attività attraversa i tuoi progetti, dicendoti cosa fare e quando, mentre i file di progetto ti dicono cosa devi sapere per lavorare al tuo progetto.

Per questo motivo, i file di progetto possono "vivere" in modo sicuro per la maggior parte del tempo, essendo rimossi solo se necessario. I progetti attivi dovrebbero essere a portata di mano, ma non nella tua area di lavoro principale. Un classificatore desktop o un classificatore da scrivania è l'ideale per i progetti attivi, a meno che i tuoi progetti non consistano in cose come "Invade Syria" o "Build skyscraper complex" - nel qual caso, avrai bisogno almeno di uno schedario solo per attivo file.

Nel tuo file attivo va tutto ciò che è significativo associato a quel progetto. Valuta tutto prima di archiviarlo: le informazioni su di esso sono qualcosa di cui avrai probabilmente bisogno per completare il progetto. In caso contrario, escludilo dal file di progetto.

Una cosa che probabilmente vorrai assicurarti che entri nel tuo file di progetto è un piano. Puoi acquistare carta per la pianificazione presso il tuo negozio di forniture per ufficio locale, scaricare modelli da DIY Planner o crearne uno tuo: l'importante è che tu abbia alcune informazioni essenziali:

  • Obiettivo: cosa speri di ottenere completando questo progetto?
  • Requisiti: di quali risorse hai bisogno (materiali, ma anche contatti personali e competenze che potresti dover sviluppare) per completare il progetto?
  • Pietre miliari: quali "parti" del progetto devi fare ed entro quando vuoi o devi farle?
  • Azioni: quali sono le attività effettive che devi svolgere per completare il progetto?

Includere un elenco di azioni o attività nel piano del progetto è, dovrei dire, molto poco GTD - il punto centrale è focalizzare la tua attenzione sulla prossima cosa che devi fare per portare avanti il ​​progetto. Se hai sviluppato quello stato di flusso "mente come l'acqua", più potere per te; A me e alla maggior parte delle altre persone piace andare avanti un po 'di più.

Al termine di un progetto, la cartella si sposta dai file attivi immediatamente disponibili alla memorizzazione a lungo termine: uno schedario o contenitori di archiviazione. Tuttavia, non tutto nel file deve essere mantenuto: assicurati di eliminare tutto tranne l'essenziale. In molti casi, non avrai nulla nel tuo file che valga la pena conservare, e va bene: svuota la cartella, applica una nuova etichetta e usala per il tuo prossimo progetto.

I progetti sono importanti perché sono gli elementi costitutivi di base di una vita significativa. Le azioni possono far avanzare i nostri progetti, ma possono anche allontanarci dai nostri obiettivi. Avere una serie di progetti ben definiti, quindi, può aiutare a garantire che le nostre azioni e i nostri obiettivi rimangano in linea.

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Leggi avanti

Altro di questo autore

Dustin Wax

Di tendenza in primo piano

Altro di questo autore

Dustin Wax

Di tendenza in primo piano

Leggi avanti

7 passaggi per prendere una decisione per il nuovo anno e mantenerla
Come sviluppare muscoli velocemente: 5 trucchi per fitness e nutrizione
30 migliori citazioni per ispirarti a non smettere mai di imparare
9 esempi stimolanti di mentalità di crescita da applicare nella tua vita
  • Stile di vita
  • In primo piano

Ultimo aggiornamento il 18 novembre 2020

15 suggerimenti per riavviare l'abitudine all'esercizio (e come mantenerla)

Scott è ossessionato dallo sviluppo personale. Negli ultimi dieci anni ha sperimentato per scoprire come imparare e pensare meglio. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Va ​​bene, puoi finalmente ammetterlo. Sono passati due mesi da quando hai visto l'interno della palestra. L'ammalarsi, la crisi familiare, gli straordinari al lavoro e le carte scolastiche che dovevano finire, ti tenevano a fare esercizio. Ora, la domanda è: come si ricomincia? Una volta che hai l'abitudine di fare esercizio, diventa automatico. Vai in palestra, non c'è forza coinvolta. Ma dopo un mese, due mesi o forse un anno di ferie, può essere difficile ricominciare. Ecco alcuni suggerimenti per risalire su quel tapis roulant dopo essere caduto.

  1. Non rompere l'abitudine: il modo più semplice per far andare avanti le cose è semplicemente non fermarsi. Evitare lunghe pause nell'esercizio o ricostruire l'abitudine richiederà un certo sforzo. Questo potrebbe essere un consiglio un po 'troppo tardi per alcune persone. Ma se hai l'abitudine di fare esercizio, non abbandonarla al primo segno di guai.
  2. Ricompensa in arrivo - Woody Allen una volta ha detto che "Metà della vita si manifesta". Direi che il 90% di prendere un'abitudine è solo fare lo sforzo per arrivarci. Puoi preoccuparti del tuo peso, della quantità di giri che corri o di quanto puoi eseguire la distensione su panca in seguito.
  3. Impegnarsi per trenta giorni: impegnarsi a partecipare ogni giorno (anche solo per 20 minuti) per un mese. Questo rafforzerà l'abitudine all'esercizio. Prendendo un impegno, durante le prime settimane prima di decidere se andarci, allevi anche la pressione.
  4. Rendilo divertente - Se non ti diverti in palestra, sarà difficile mantenerla un'abitudine. Ci sono migliaia di modi in cui puoi muovere il tuo corpo e fare esercizio, quindi non arrenderti se hai deciso che sollevare pesi o fare crunch non fa per te. Molti grandi centri fitness offriranno una gamma di programmi che possono soddisfare i tuoi gusti.
  5. Programma durante le ore tranquille: non mettere il tempo di esercizio in un luogo in cui potrebbe essere facilmente messo da parte da qualcosa di più importante. Subito dopo il lavoro o la prima cosa al mattino sono spesso buoni posti dove metterlo. Gli allenamenti all'ora di pranzo potrebbero essere troppo facili da saltare se le richieste di lavoro iniziano a salire.
  6. Trova un amico: chiama un amico per unirti a te. Avere un aspetto sociale nell'esercizio può aumentare il tuo impegno per l'abitudine all'esercizio.
  7. X Il tuo calendario: una persona che conosco ha l'abitudine di disegnare una "X" rossa in qualsiasi giorno del calendario in cui va in palestra. Il vantaggio di questo è che mostra rapidamente quanto tempo è passato dall'ultima volta che sei andato in palestra. Mantenere una quantità costante di X sul tuo calendario è un modo semplice per motivarti.
  8. Divertimento prima dello sforzo - Dopo aver terminato qualsiasi allenamento, chiediti quali parti ti sono piaciute e quali no. Di norma, gli aspetti piacevoli del tuo allenamento saranno completati e il resto sarà evitato. Concentrandoti su come rendere gli allenamenti più piacevoli, puoi assicurarti di voler continuare ad andare in palestra.
  9. Crea un rituale: la tua routine di allenamento dovrebbe diventare così radicata da diventare un rituale. Ciò significa che l'ora del giorno, il luogo o il segnale ti avvia automaticamente verso l'afferrare la borsa e uscire. Se i tuoi tempi di allenamento sono completamente casuali, sarà più difficile beneficiare dello slancio di un rituale.
  10. Sollievo dallo stress: cosa fai quando sei stressato? È probabile che non funzioni. Ma l'esercizio può essere un ottimo modo per alleviare lo stress, rilasciando endorfine che miglioreranno il tuo umore. La prossima volta che ti senti stressato o stanco, prova a fare un esercizio che ti piace. Quando la riduzione dello stress è collegata all'esercizio fisico, è facile riacquistare l'abitudine anche dopo un congedo.
  11. Misura la forma fisica: il peso non è sempre il numero migliore da monitorare. L'aumento dei muscoli può compensare la diminuzione del grasso, quindi la scala non cambia anche se il tuo corpo lo è. Ma i miglioramenti della forma fisica sono un ottimo modo per rimanere motivati. Registrare numeri semplici come il numero di flessioni, addominali o velocità con cui puoi correre può aiutarti a vedere che l'esercizio ti rende più forte e più veloce.
  12. Le abitudini prima, l'attrezzatura dopo: l'attrezzatura elegante non crea l'abitudine per l'esercizio. Nonostante ciò, alcune persone credono ancora che l'acquisto di una macchina da mille dollari compenserà la loro inattività. È w