Tre cose che uno scettico dovrebbe sapere sulle neuroscienze

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Di seguito è riportata la reazione tra ottano e ossigeno che avviene nel motore a combustione interna. Questo ti aiuterà a riparare un'auto? Ti aiuterà a vincere un Gran Premio? Forse no. I sistemi possono essere analizzati in diversi livelli, dal quantistico al cosmico. Sapere che il tuo cortisolo è elevato ti aiuta ad affrontare lo stress? Sapere che la tua amigdala si attiva quando hai paura rende più facile affrontarla? Conoscere l '"ormone dell'amore", chiamato ossitocina, esiste ti rende una persona più gentile?

Leggendo il neuroipo di oggi, potresti concludere che il vero percorso per una vita fantastica è un corso di neuroanatomia o biochimica. E a differenza di molta pseudo-scienza della leadership pop, molto di ciò che è scritto nel mondo delle neuroscienze è scientificamente ragionevolmente accurato. Ma sebbene "vero", è davvero utile?

Tra tutte le dieci parole sillabe e le grandiose promesse, alcune neuroscienze sono molto utili. Di seguito sono riportate tre semplici cose che penso che gli uomini d'affari dovrebbero sapere che traggono la loro validità dai risultati delle neuroscienze.

1. La consapevolezza spacca

La consapevolezza evoca immagini di abiti color zafferano o hippiedom new age. Tuttavia, nel mondo degli aforismi di auto-aiuto e delle cose che i guru consigliano, la consapevolezza è molto al di sopra della folla. In contrasto con la sua immagine woo-woo, ci sono prove scientifiche più concrete della sua efficacia rispetto a qualsiasi altra cosa nel mondo dell'auto-aiuto.

Cosa intendo per efficacia? È stato dimostrato che migliora la depressione, l'ADD, l'ansia e lo stress. Ma forse non sei malato di mente, quindi cosa fa per le persone sane? Migliora l'attenzione, la concentrazione e il controllo delle emozioni. Più astrattamente, la consapevolezza rafforza le nostre funzioni metacognitive o esecutive. Ti rende molto più bravo nell'osservarti in azione e molto più bravo nell'auto-correzione dei deficit di pensiero, sentimento e azione.

Siamo tutti consapevoli qualche volta. Ricorda quei momenti di massima chiarezza, concentrazione e coinvolgimento. Se sei come me, borderline ADD, quei momenti sono troppo pochi, anche rari.

Il mio cervello ha bisogno di allenamento e quell'allenamento è meditazione. La meditazione sta alla consapevolezza come la pratica dei tiri liberi sta alla pallacanestro. Per tornare dalla distrazione, dalla mancanza di concentrazione e dal non essere presenti, prima devi accorgertene, poi devi tornare indietro. Se sei come me, invece, puoi passare un'intera mattinata distratta. Più velocemente me ne accorgo, più velocemente posso tornare alla mia concentrazione zen e ad essere presente. Certo, scomparirà rapidamente: "Mi chiedo cosa stia succedendo su Facebook". Ma poiché ho praticato i miei tiri liberi, potrei notarlo più rapidamente e tornare più rapidamente. O forse nemmeno andarci.

I leader saggi coltivano la prospettiva, possono gestire lo stress, reagire di meno e creare di più, e generalmente hanno il controllo dei propri stati d'animo. La gente ha spesso detto che quando hai parlato con Nelson Mandela, la sua concentrazione e attenzione sul momento era così grande che ti sembrava di essere l'unica persona nella stanza. Questo tipo di presenza fa parte del pacchetto consapevolezza.

Se temi che ci vorranno 10 anni di un'ora al giorno per "arrivarci", ripensaci. In uno studio recente, alcuni benefici della gestione dell'umore e della concentrazione sono stati realizzati dopo soli 5 giorni di 20 minuti di meditazione al giorno.

In passato, avevamo le pause per fumare. Forse, nel 21 ° secolo, diventerà un luogo comune per le persone nei luoghi di lavoro dire "Vado a sedermi per dieci minuti". Alcune aziende lo stanno prendendo sul serio: Google gestisce un programma, chiamato Search Inside Yourself, che ha al centro la consapevolezza. È stata una piccola parte delle dozzine di programmi di leadership che ho eseguito durante l'ultimo decennio, la maggior parte dei quali sono stati per banchieri di investimento di alto livello, ma sulla base delle ricerche attuali, sto pensando seriamente di renderlo più centrale, forse anche il nucleo del lavoro di leadership che svolgo.

2. L'inautenticità fa schifo

Hai mai sentito qualcuno dire qualcosa di entusiasta o positivo e ti sembra semplicemente sbagliato? Mentre ascoltiamo le parole, il nostro cervello elabora micro gesti, postura, tono, inflessione, cadenza e altri segnali non verbali. Ora conosciamo una struttura chiamata neuroni specchio che si attivano in sincronia quando le persone fanno le cose come se le facessimo noi stessi. Ciò significa che gli esseri umani si capiscono a vicenda e si relazionano a un livello più profondo rispetto alla semplice elaborazione di informazioni (testi).

Per comunicare in modo potente, ispirare e persuadere, tutto ciò deve essere allineato. Ciò significa che devi credere, al livello più profondo possibile, a tutto quello che dici. Fingere (che sei eccitato quando abbattuto, o fiducioso quando hai paura) funziona male. Per iniziare, può essere un duro lavoro, sotto pressione, mantenere vivo il gioco.

Questa scoperta parla fortemente di un'altra parola d'ordine della leadership: autenticità. Sebbene la parola sia fraintesa e abusata, c'è una verità fondamentale al centro di essa. L'inautenticità puzza e il leader deve svolgere il lavoro interno per allineare pensieri, sentimenti e azioni per produrre una presenza autentica.

3. Un consiglio e uno strumento per renderti più intelligente

Il cervello umano è eccezionale nell'elaborazione, ma scarso nel manipolare numerosi elementi nella "memoria di lavoro". Più giochi fai, meno sarai presente, concentrato, attento e acuto quando dovrai esserlo. La memoria di lavoro può essere intasata da elenchi di cose da fare, chiamate, preoccupazioni e idee creative. Suggerimento: crea la pratica (o l'abitudine) di ripulire la memoria di lavoro e scaricare tutto in un luogo sicuro. Il semplice "ripensamento mentale" completo una volta alla settimana può produrre miglioramenti nella concentrazione e nella chiarezza di pensiero.

Chiamiamo questa "cognizione distribuita" e nel mondo della festa della distrazione di oggi, avere strumenti a tua disposizione che migliorano la funzione cognitiva, in questo caso alleviando le tensioni sulla memoria di lavoro, è fondamentale.

Ci sono due problemi di sovraccarico di informazioni risolti da un'app gratuita incredibilmente potente: Evernote. Il primo problema che Evernote risolve sono molteplici fonti di informazione: riunioni, telefonate, siti web, e-mail, post-it, posta vocale e social media. Vuoi un'app che con un clic salvi e classifichi in modo intuitivo tutto in un attimo, indipendentemente da cosa sia. Un clic, ovunque tu sia e viene salvato e indicizzato. Alla prossima.