Uno sguardo alla mente di 5 grandi CEO e ai loro segreti per un processo decisionale efficace e rapido

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

I migliori CEO prendono decisioni in ogni momento. Semplicemente non le fanno come la maggior parte di noi, non agonizzano e non deliberano sulle decisioni. Prendono decisioni al volo e lo fanno con rapidità e determinazione.

Hanno un approccio strutturato e minimalista al processo decisionale. Il processo decisionale è elegante come un jet da combattimento è aerodinamico.

In questo post esamineremo alcuni dei più grandi CEO della storia recente e ti mostrerò esattamente come i loro approcci decisionali individuali hanno portato le loro aziende nei libri di storia.

A prima vista, il processo decisionale sembra davvero complicato e spaventoso. La verità è che tutti i grandi CEO hanno un approccio specifico al processo decisionale: un quadro decisionale chiaro.

Certo, ogni grande CEO opera con il proprio stile personale. Ma una cosa è comune a tutti i loro approcci: hanno le loro regole decisionali in vigore molto prima ancora che si avvicinino a una decisione.

Ciò consente loro di prendere decisioni in modo rapido e coerente in linea con la direzione scelta. Hanno anche utilizzato questo framework per delegare il processo decisionale attraverso le loro organizzazioni.

Le loro decisioni sono sempre corrette? No. Ma sono sempre coerenti con la direzione che il CEO ha deciso all'inizio del viaggio dell'azienda. Ci puoi scommettere!

Ed è la coerenza nel tempo che è allineata con una direzione che ha portato queste aziende nei libri di storia.

Un'altra cosa interessante di questi CEO: hanno utilizzato i loro quadri decisionali per invertire la tendenza. Hanno fatto qualcosa di radicale. Hanno fatto tutti qualcosa che è andato contro la saggezza convenzionale. Hanno zigzagato quando il mondo ha zigzagato.

Diamo uno sguardo più da vicino a cinque di questi CEO rivoluzionari.

1. Steve Jobs (Apple)

Jobs ha adottato un approccio minimalista e ha spietatamente eliminato oltre il 70% delle linee di prodotti Apple non appena è stato reintegrato come CEO in una sorprendente svolta di eventi (dopo essere stato estromesso da CEO alcuni anni prima). Aveva un obiettivo principale: offrire un'esperienza cliente spettacolare, design innovativo e semplicità d'uso. Ha persino cancellato il Newton PDA, che all'epoca non era una decisione molto popolare. Ma l'approccio minimalista di Steve al design del prodotto era chiaramente in atto ben prima che prendesse queste decisioni.

2. Warren Buffett (Berkshire Hathaway)

Warren Buffett è senza dubbio il più grande investitore di tutti i tempi. Il suo approccio alla realizzazione di investimenti si riduceva all'acquisto di grandi aziende quando erano sottovalutate dal mercato e alla vendita quando erano sopravvalutate. Avendo iniziato con niente, i beni personali di Warren Buffett sono stati valutati intorno ai 57 miliardi di dollari quando è stato classificato come l'uomo più ricco del mondo. L'approccio di Buffett al processo decisionale sugli investimenti è molto chiaro. Se non hai intenzione di tenere un'azione per 10 anni, non tenerla per 10 minuti. Ancora una volta, il quadro decisionale di Buffett era a posto prima che prendesse un'unica decisione di investimento. Continua a operare essenzialmente con lo stesso quadro decisionale che aveva negli anni '70.