Will The Real Me, Please Stand Up!

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

"Quando non cerchi o non hai bisogno di approvazione, sei al massimo della tua potenza." - Carolyn Myss

Ti sei mai sentito come se fossi al di fuori della vita a guardare tutti gli altri che sembrano essere felici e hanno tutto insieme? Sei perennemente il camaleonte che cambia i tuoi colori a seconda di chi sei? Vuoi solo far parte del gruppo, piuttosto che quello che sta ai margini?

In tal caso, benvenuto! Mi sono sentito come se fossi stato fuori a cercare per la maggior parte della mia vita. Mi sentivo perennemente come la bambina con il naso premuto contro il vetro che desiderava ciò che non poteva avere ... appartenere.

Volevo solo essere accettato e volevo connettermi. È una cosa così brutta? Certo che no.

Non tutti vogliono sentirsi in sintonia, apprezzati e accettati? Forse.

Quindi, non sapendo come affrontare quei sentimenti, ho fatto quello che fa la maggior parte delle persone per adattarmi. Ho seguito il branco. Ho bevuto troppo, in un debole tentativo di sentirmi più a mio agio. Non so per certo se mi trovo meglio, ma so che mi importava di meno.

Ho imprecato e mi sono comportato in modo figo. Maledico ancora, ma si tratta meno di essere cool. Ho finto interesse per le conversazioni che trovavo poco interessanti e banali, morendo silenziosamente dietro il mio sorriso. Ho parlato delle cose di cui le persone sembrano voler parlare, negando la mia stessa voce. Raramente sono stato in disaccordo con gli altri, tenendo per me i miei pensieri e le mie opinioni, invece di annuire con approvazione.

A volte ho cercato di sollevare argomenti che mi interessavano ... la spiritualità, la sofferenza nel mondo, la vecchia domanda "di cosa parla la vita?" Di solito questo mi portava un cervo sotto i fari o la disapprovazione che stavo cercando così duramente di evitare. Non esattamente la tipica conversazione di gruppo.

Quindi, ho continuato a cercare di capire come essere ... più come "loro".

Sono sicuro che questa non sarà una sorpresa per te, ma non ero felice.

Perché stavo cercando di essere qualcosa e qualcuno che non sono. Stavo facendo dell'approvazione degli altri la priorità nella mia vita. Permettevo a qualcun altro di determinare il mio valore.

Qual è lo scopo della tua anima?

Che cosa rende esattamente l'opinione di qualcun altro più importante della mia? Cosa rende l'approvazione di chiunque il barometro appropriato per la mia personalità?

Ora, capisco perché adattarsi era importante. Da bambino, non mi sono mai sentito come se fossi stato, quindi cercavo sempre di adattarmi a ciò che mi circondava per ridurre al minimo i sentimenti di rifiuto. Avevo bisogno di essere compassionevole con me stesso mentre iniziavo a capire perché mi sentivo in quel modo. Avevo bisogno di guardarmi a lungo, gentile e frequente per guarire ciò che era stato rotto.

Ognuno di noi è individui unici, che credo siano qui su questa terra per una ragione e uno scopo particolari. Non posso assolutamente sapere cosa sia per chiunque altro. Non sono nemmeno affari miei, a meno che non scelgano di dirmelo. E onestamente, vorrei che lo facessero. Questo è il tipo di conversazione su cui riesco a farmi capire.

Tuttavia, il mio compito è scoprire qual è la mia ragione e il mio scopo. Ma prima di farlo devo abbandonare l'idea che "adattarsi" è più importante che essere chi sono.

Com'è per una missione dell'anima?

Per essere pienamente quello che sono ... senza preoccuparmi di adattarmi, essere approvato o accettato.

Se lo facessimo tutti, l'adattamento diventerebbe irrilevante.

Appartengo già ... lo facciamo tutti.

Indipendentemente da razza, religione, sesso, paese, disabilità o qualsiasi altro fattore di differenziazione che puoi evocare per spiegare la tua separazione, siamo tutti una parte della razza umana e quindi, necessari alla nostra integrità.

Sapere che, ovviamente, è il duro lavoro. Chi sono io sotto il mio bisogno di approvazione o accettazione?

Cosa succede quando non hai più bisogno dell'approvazione di qualcun altro ...

Cosa succede quando non hai più bisogno dell'approvazione di nessun altro ... quando adattarti non è più importante?

Bene, lascia che te lo dica, perché questa è roba buona.

Ho scoperto che più mi approvo, meno mi interessa quello che pensano gli altri. Più mi amo e mi accetto ... tutto di me ... specialmente le parti non così belle, meglio mi sento. Meno mi giudico, meno mi preoccupo dei giudizi degli altri.

Ho anche scoperto che le cose su cui pensavo che gli altri mi giudicassero erano proprio le cose con cui mi giudicavo. Le cose per le quali volevo l'approvazione degli altri erano le cose per cui stavo negando l'approvazione a me stesso. Riconoscevo anche che volevo che gli altri mi amassero, così mi sarei sentito meglio con me stesso, evitando nel contempo di scoprire cosa significava amare me stesso.

In altre parole, la mia felicità dipendeva dall'approvazione, dall'accettazione e dall'amore degli altri. Ne avevo bisogno per convalidare la mia esistenza.

Quello era un posto piuttosto impotente. È molto più potente essere responsabile della mia felicità. È molto più potente non avere la mia autostima dipendere da qualcun altro.

Quando ho iniziato ad accettarmi e ad amarmi, apprezzare me stesso era un risultato naturale. Quando ho iniziato a valorizzarmi, mi aspettavo che le persone mi trattassero meglio, sapendo dove e quando tracciare le linee quando gli altri le oltrepassavano. Ho anche iniziato a riconoscere che avevo qualcosa da dire che valeva la pena ascoltare, anche se le persone intorno a me non volevano ascoltarlo.

Sì, immagina, ho capito di avere qualcosa da offrire al mondo sofferente. In questo processo, ho trovato la mia voce e ho scoperto modi appaganti per usarla. Non avevo più paura di parlare, anche quando qualcuno disapprovava.

Non ho più abbassato la testa per la vergogna, il che sono sicuro che sia proprio lì con uno dei peggiori sentimenti che proviamo nella vita.

Sebbene avessi bisogno di aiuto per fare queste scoperte su me stesso, ho capito che era la mia approvazione e accettazione ciò di cui avevo sempre bisogno. Sinceramente, quello che qualcun altro pensa di me, che gli piaccia o no, che mi approvi o no, non sono affari miei. Questo è il loro problema, non il mio.

Come dice Carolyn Myss: "Quando non cerchi o non hai bisogno di approvazione, sei al massimo della tua potenza".

Questo perché siamo sulla buona strada per essere il nostro sé più vero. C'è così tanto potere in questo! Il nostro sé più vero non sarà governato da un ego insicuro.

Il vero sé non è mai minacciato dagli altri né ha bisogno di confrontarsi con nessuno che non sia il suo sé più elevato. È allora che possiamo emergere per essere pienamente chiunque siamo chiamati ad essere. È allora che abbiamo il maggiore impatto sul mondo.

Che si tratti di una persona mentalmente o fisicamente disabile, di una madre o di un padre, di un raccoglitore di rifiuti o di un contabile, di un atleta o di un senzatetto, se siamo pienamente ciò che siamo chiamati a essere, allora avremo un impatto sul mondo che siamo destinati ad avere. Saremo anche in pace.

Allora, chi è questo vero sé? Che aspetto ha il vero me?

Il vero me

È colui che si sente in pace quando prende una decisione, nonostante l'ansia che l'ego potrebbe provare per la reazione o le opinioni degli altri. È quello che si entusiasma per le possibilità, quando il mondo ti dice che è impossibile. È la vocina dentro che dice "sì, puoi" anche mentre un'altra voce ti dice, "no, non puoi. È quello che persevera contro le probabilità, sapendo che c'è una via d'uscita, anche quando non riescono ancora a vederlo. È colui che vuole liberarsi di tutti i vincoli e le regole, i dogmi e le dottrine che un mondo pauroso ti ha scaricato.

Se ci pensi solo per un minuto, potresti essere in grado di ricordare un momento o due o tre, quando si è presentato il Vero Tu.

Potrebbe essere stato durante una tragedia, quando hai trovato la strada per un terreno più elevato. Forse quando ti sei rivolto con gentilezza a qualcuno che soffre. Probabilmente è apparso quando il tuo cuore è scoppiato d'amore dopo aver guardato il tuo neonato per la prima volta. Che ne dici di quando finalmente ti sei valutato abbastanza da chiedere un aumento o stabilire un limite tanto necessario con qualcuno?

Che ne dici di quando sei "nella zona" praticando sport, o cantando o suonando uno strumento o facendo qualunque cosa tu faccia quando ti senti più a tuo agio nella tua pelle.

Conoscerai il vero te perché è la versione migliore di te stesso. Sono i momenti in cui ti senti orgoglioso di te stesso. Sentirai la sua forza scorrere nelle tue vene o il suo comportamento pacifico quando tutto va bene nel mondo. Apparirà quando sentirai una connessione inspiegabile con un'altra persona, l'Universo o la natura.

The Truest You sa anche che non sei mai solo. Sa che tutto sta funzionando per tuo conto, anche mentre arranchi nel fango e nel letame. Crede nella tua grandezza, anche quando la tua mente non può ancora afferrare l'idea.

Il mondo ha bisogno che ognuno di noi raggiunga il nostro potenziale, che si tratti di un secchio pieno di potenziale o di un ditale pieno. In entrambi i casi è pienezza. Il secchio non è migliore del ditale, solo più grande.

Il vero sé riconosce il valore di tutti coloro che incontrano ... e di quelli che non conoscono. E lo sa perché conosce il proprio valore.